Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Sifilide, a Catania più della metà dei casi in Sicilia
«Non c'è focolaio, ma migliore capacità di diagnosi»

Quattocentroquaranatré casi in nove anni (dal 2009 al 2018) in tutta l'Isola, dei quali 226 segnalati solo nella provincia etnea. I numeri sull'infezione nella Regione sono contenuti all'interno della delibera firmata da Nello Musumeci sui sex workers

Luisa Santangelo

In nove anni (dal 2009 al 2018) 443 casi, dei quali più della metà diagnosticati solo a Catania. Sono i dati dell'infezione da sifilide in Sicilia, resi noti da un report della Regione incluso nel documento con il quale la giunta guidata da Nello Musumeci immagina un'attenzione particolare per il mondo dei sex workers, vale a dire di chi lavora con il sesso. Ed è tra una pagina e l'altra della delibera palermitana che si trovano le tabelle sulla sifilide, una delle malattie infettive a trasmissione sessuale la cui diagnosi, una volta effettuata, deve essere notificata dall'azienda sanitaria provinciale di riferimento all'Istituto superiore della Sanità ai fini del monitoraggio del contagio. Così, dai numeri raccolti dal ministero della Salute, si forma il quadro della quantità di persone ammalate: tra il 2009 e il 2017, a Catania sono stati registrati 185 casi, 41 nel 2018, per un totale di 226 in nove anni. Numeri lontanissimi da quelli dell'altro capoluogo di provincia con il tasso di contagio più alto a livello regionale: a Messina in nove anni i casi segnalati sono stati 63 (52 tra il 2009 e il 2017, undici nel 2018). Secondo le stime regionali, ogni centomila abitanti del comprensorio catanese il 2,29 per cento ha la sifilide.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×