Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

12 Apostoli, Capuana chiede il giudizio immediato
Il santone vorrebbe saltare l'udienza preliminare

La richiesta è stata pervenire alla gip del tribunale di Catania, Simona Ragazzi, anche dalle presunte fiancheggiatrici del 74enne fondatore della cenacolo di Lavina: Katia Scarpignato, Fabiola Raciti e Rosaria Giuffrida. La decisione arriverà nei prossimi giorni

Simone Olivelli

Saltare l'udienza preliminare e andare direttamente a processo. Questa è la richiesta fatta dal 74enne Pietro Capuana, il fondatore del cenacolo di Lavina accusato di numerosi casi di abusi sessuali anche su minori nelle vesti di santone. La stessa scelta è stata fatta da Katia Scarpignato, 58 anni, Fabiola Raciti, di 56, e Rosaria Giuffrida, di 58. Le tre sono accusate di essere state negli anni le principali fiancheggiatrici di Capuana, avvicinando le ragazze e convincendole ad avere rapporti sessuali con l'uomo, considerato dal gruppo la reincarnazione dell'arcangelo Michele. 

La novità arriva a meno di due settimane dall'inizio dell'udienza preliminare in cui compariranno gli altri indagati dell'inchiesta 12 Apostoli. Tra loro anche l'ex assessore regionale Domenico Rotella, il sacerdote Orazio Caputo e l'ex presidente dell'Associazione cattolica cultura ambiente di Aci Bonaccorsi Salvatore Torrisi. A chiedere il processo per il gruppo sono state, a ottobre, le pm Marisa Scavo e Agata Consoli. 

A esprimersi sulla richiesta di giudizio immediato sarà il giudice per le indagini preliminari Simona Ragazzi. A lei spetterà decidere se Capuana e le sue assistenti dovranno passare per l'udienza preliminare o andare direttamente a processo. Una mossa quella fatta pervenire dagli indagati che potrebbe significare da parte del santone il convincimento di avere già fornito, durante l'interrogatorio, elementi sufficienti a provare la propria estraneità alle accuse. Al contempo, però, non è da escludere il contrario: dando per scontato il rinvio a giudizio, si punta semplicemente a velocizzare l'iter.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×