Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Omicidio via Sardegna: arrestato il figlio dell'80enne
Accusato pure di occultamento, non ha risposto a pm

Alberto Italia è stato interrogato dalla pubblico ministero, davanti al suo legale d'ufficio, ma si è avvalso della facoltà di non rispondere. Secondo l'accusa è lui ad avere ucciso il padre e ad avere nascosto il corpo dentro un mobile di legno

Marta Silvestre

Foto di: Luisa Santangelo

Foto di: Luisa Santangelo

Alberto Italia, di 36 anni, è stato arrestato in flagranza differita per omicidio e occultamento di cadavere. Al culmine di una lite per motivi economici avrebbe ucciso il padre, Gaetano Italia di 81 anni, colpendolo violentemente al volto con pugni e calci e anche un corpo contundente.  L'omicidio è avvenuto nella mattinata di oggi, all'interno di una abitazione nella palazzina di via Sardegna, nel quartiere San Leone di Catania. 

Stando a quanto ricostruito finora dall'accusa, il 36enne avrebbe poi avvolto il corpo con alcune coperte e lo avrebbe sceso in strada, nascondendolo all'interno un mobiletto abbandonato vicino a dei cassonetti. Le indagini svolte dalla squadra mobile, sono coordinate dalla procura etnea. 

A fare scattare gli accertamenti, sono stati alcuni passanti che hanno visto il cadavere nel mobiletto, dopo che si sono aperti gli sportelli. Sul posto è intervenuta una pattuglia delle volanti che ha bloccato Italia mentre tentava di fuggire

Interrogato dalla pubblico ministero Martina Nunziata Bonfiglio, alla presenza del suo legale di fiducia, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Secondo quanto riportato dall'Ansa, Alberto Italia avrebbe avuto un divieto di avvicinamento alla famiglia emesso dal gip su richiesta della procura. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×