Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Rifiuti, proclamato uno sciopero degli operatori Dusty
«Non si ha certezza dello stipendio dell'ultimo mese»

Una lettera inviata dai rappresentanti delle sigle sindacali provinciali di Cgil e Cisl annuncia una giornata di astensione dei lavoratori della società che gestisce l'appalto della raccolta della spazzatura nel territorio del capoluogo etneo

Redazione

Foto di: Luisa Santangelo

Foto di: Luisa Santangelo

«Non avendo certezza circa il pagamento dell'ultima mensilità ai lavoratori operanti presso il territorio del Comune di Catania, si indica la data odierna quale primo giorno utile dei dieci giorni di preavviso, per l’effettuazione di una giornata di astensione dal lavoro». È con questa lettera che viene annunciato uno sciopero programmato per il prossimo sabato 16 febbraio da parte degli operatori ecologici della Dusty, la società che gestisce la raccolta dei rifiuti nel territorio del capoluogo etneo.

Una comunicazione inviata dai rappresentanti delle sigle sindacali provinciali di Fp-Cgil e Fit-Cisl alla responsabile dell'amministrazione del personale della Dusty, Carmen Messina, all'amministratore di Energeticambiente, Davide Bianchi, all'assessore all'Ecologia e all'Ambiente del Comune di Catania, Fabio Cantarella e al prefetto di Catania, Claudio Sammartino

La decisione di proclamare una giornata di sciopero arriva, come viene spiegato nella lettera, in seguito al mancato riscontro alla nota protocollata lo scorso 1 febbraio che aveva come oggetto la richiesta di un incontro urgente e «non avendo certezza circa il pagamento dell’ultima mensilità ai lavoratori». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×