Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Indagati dirigenti e medici della Di Stefano Velona
Esami «taroccati» per lucrare sui rimborsi pubblici

La clinica privata è stata chiusa per un anno. Secondo i pm, gli accertamenti più importanti venivano simulati ma non effettuati, per risparmiare sui costi della struttura. Ecco i nomi degli indagati, sospesi a vario titolo dall'esercizio della professione

Redazione

Foto di: Francesco Vasta

Foto di: Francesco Vasta

Su disposizione dei dirigenti, alcuni medici della clinica privata Di Stefano Velona, che si trova in via Sant'Euplio, «sorvolavano» sugli esami sanitari e diagnostici «per massimizzare i ricavi a discapito della tutela del diritto alla salute dei pazienti». Ne è convinta la procura di Catania, che oggi ha convocato una conferenza stampa per illustrare i dettagli dell'indagine. Secondo i pm, nella struttura sanitaria privata esisteva una «prassi» secondo cui venivano omessi gli accertamenti più costosi «in modo tale da incamerare l'intero rimborso pubblico, riducendo al minimo le spese per la clinica». «Si lucrava in maniera indegna sulle persone», dichiara il procuratore capo Carmelo Zuccaro

In questa logica, spiegano i magistrati in conferenza stampa, «La diagnosi della masse di volta in volta asportate ai pazienti veniva lasciata all'intuito del medico». L'indagine è sorta dalla denuncia di un cittadino che, recatosi al centro per un nodulo all'inguine, si sentì rispondere che si trattava di un semplice lipoma. Che invece era un tumore. La clinica è stata chiusa per un anno. Le persone indagate sono state sospese a vario titolo dalla professione. Sequestrati oltre 100mila euro. 

Clicca qui per tutti i dettagli dell'inchiesta

I nomi degli indagati: 

Nunzio Di Stefano Velona, sospeso per un anno dall'esercizio della professione

Maria Ornella Di Stefano Velona, sospesa per un dall'esercizio della professione

Alfio Sciuto, sospeso per un anno dall'esercizio della professione

Sebastiano Villarà, sospeso per un anno dall'esercizio della professione

Giuseppe Adamantino, sospeso per due mesi dall'esercizio della professione

Giuseppe Renzo Roberto Calanducci, sospeso per due mesi dall'esercizio della professione

Altri provvedimenti:

Sequestro di 105mila 928 euro, per truffa ai danni del servizio sanitario locale

Sospesa per un anno l'attività della clinica Di Stefano Velona 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×