Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania-Casertana è l'ennesimo bivio dei rossazzurri
Sottil: «Settimana fondamentale, dobbiamo crederci»

Gli etnei iniziano dal Massimino un tour de force di tre gare in sette giorni. Avversari di oggi pomeriggio sono i campani, reduci da 4 vittorie nelle ultime 5 gare. Ciancio, Llama, Rizzo e Sarno out: prima convocazione in campionato per Di Grazia

Giorgio Tosto

Foto di: LAPRESSE

Foto di: LAPRESSE

La posta in palio è sempre più alta: con le giornate che passano e la vetta che si allontana, ogni passo falso rischia di avere un peso specifico determinante. Lo sa bene anche un Andrea Sottil più nervoso del solito che ieri, in conferenza stampa, ha risposto alle domande dei giornalisti in vista della sfida di oggi pomeriggio - ore 16:30 - contro la Casertana. Un incontro da vincere, giocando però un calcio diverso rispetto alle ultime uscite. «Dobbiamo fare molto di più, svoltando assolutamente in termini di propositività di gioco, cercando di essere più sbarazzini e arroganti. Abbiamo la necessità - ribadisce il tecnico - di iniziare ad incanalare prestazioni di una certa qualità, mettendo in campo più spregiudicatezza».

Le assenze, ovviamente, non facilitano il compito. Nell'elenco dei 21 convocati non figurano infatti pezzi da novanta come Simone Ciancio, Christian Llama, Giuseppe Rizzo e il nuovo acquisto Vincenzo Sarno. La situazione di quest'ultimo è chiara. «Sarno domenica scorsa aveva avuto un forte fastidio muscolare che mi ha portato a non poterlo utilizzare. Era troppo rischioso farlo - ammette il mister rossazzurro - e anche questa settimana non ha potuto fare allenamenti. Non è un problema di grande entità, ma meglio non rischiare. Ciancio - prosegue il tecnico - ha un problema alla schiena e prosegue nelle cure mirate, così come Llama, alle prese con problemi muscolari. Rizzo, invece, rientrerà la prossima settimana».

La Casertana di mister Raffaele Esposito arriva sulle ali di quattro vittorie nelle ultime cinque partite giocate: il quinto posto a quota 35 è la miglior posizione arpionata finora dai falchetti. «Hanno qualche assenza tra infortuni e squalifiche - ricorda Sottil - ma il  bomber Luigi Castaldo è un punto di riferimento: vanno ad ancorarsi su di lui per innescare i movimenti degli interni e dei due trequartisti. Li rispettiamo, ma noi abbiamo armi e qualità per far loro male. In attacco dobbiamo andare a colpire con decisione e veemenza». In tal senso, il rientro di Alessandro Marotta può essere importante. «Gli specialisti e l'otorino hanno dato l'ok - afferma il tecnico etneo - e lui è reduce da una settimana standard di allenamento. Sta bene ed è a completa disposizione».

I rumors della vigilia danno proprio Marotta subito in campo, con Matteo Di Piazza che potrebbe scalzare Davis Curiale al centro di un attacco completato dalla freccia Kalifa Manneh. Confermato il blocco in mezzo al campo formato da Marco Biagianti, Ciccio Lodi e il nuovo arrivato Giuseppe Carriero. Dietro a loro dovrebbe agire il quartetto composto da Luca Calapai, Ramzi Aya, Tommaso Silvestri e Joel Baraye. Vincere e convincere sarà la parola d'ordine di una squadra temporaneamente scivolata al terzo posto a quota 44: la Juve Stabia capolista riposa, sarà importante provare ad accorciare le distanze dalla vetta e non fare scappar via Catanzaro e Trapani. Con una Casertana ritrovata servirà una prova quasi impeccabile. 

Probabili formazioni:

Catania (4-3-3): Pisseri; Calapai, Aya, Silvestri, Baraye; Biagianti, Lodi, Carriero; Manneh, Di Piazza, Marotta. Allenatore: Sottil

Casertana (4-3-2-1): Adamonis; Blondett, Rainone, Pascali, Meola; De Marco, Vacca, D’Angelo; Padovan, Mancino; Castaldo. Allenatore: Esposito

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×