Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Pedara, sequestrati 400 chili di arance e agrumi
Il venditore abusivo era «fiscalmente inesistente»

Le fiamme gialle, nell'ambito di controllo finalizzati a contrastare diverse forme di illegalità connesse alla vendita di frutti di dubbia provenienza e potenzialmente di origine furtiva, hanno anche contestato sanzioni amministrative per l'occupazione di suolo pubblico

Redazione

Un venditore ambulante abusivo e «fiscalmente inesistente» è stato individuato a Pedara dalla guardia di finanza di Acireale e dagli agenti della polizia municipale. All'operatore, che occupava abusivamente il suolo pubblico, sono stati sequestrati circa 400 chili di prodotti agrumicoli privi di tracciabilità.  

Le fiamme gialle, nell'ambito di controlli finalizzati a contrastare le diverse forme di illegalità connesse alla vendita di arance di dubbia provenienza e potenzialmente anche di origine furtiva, hanno contestato al venditore ambulante totalmente sconosciuto all’erario gravi violazioni di natura tributaria, tra le quali la mancata installazione del misuratore fiscale. Al venditore ambulante, infatti sono state applicate anche sanzioni amministrative connesse all'occupazione abusiva della strada pubblica

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×