Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Gravina, simula rapina per tenersi i soldi dell'incasso
Ha confessato di avere inventato tutto per 2.800 euro

Il 41enne si è presentato dai carabinieri per denunciare di essere stato rapinato da due persone a bordo di uno scooter, sotto minaccia di una pistola. I militari non trovano riscontro nelle telecamere di video sorveglianza della zona

Redazione

Simula una rapina per tenersi i soldi dell’incasso e coprirli con quelli dell’assicurazione. Il 41enne catanese M. P. è stato denunciato per simulazione di reato, falso ideologico e tentata truffa. Il dipendente incaricato, come persona di fiducia dal proprietario di un noto ristorante catanese, di gestire in piena autonomia gli incassi dell’esercizio commerciale, il 41enne era stato nominato anche beneficiario di una polizza assicurativa che lo garantiva in caso di rapina

È il 31 gennaio quando l'uomo si presenta dai carabinieri di Gravina di Catania per denunciare di essere stato rapinato in via Coccio da due persone a bordo di uno scooter Honda Sh che, sotto la minaccia di una pistola, lo avrebbero costretto a consegnare l’incasso di giornata equivalente a 2.800 euro. Iniziano le indagini per tentare di individuare gli autori del reato, i militari acquisiscono e analizzano i filmati registrati dalle telecamere attive nella zona, ma non trovano alcuna traccia dei due soggetti e del mezzo indicati dal denunciante.

Convocata in caserma la presunta vittima, che nel frattempo aveva già trasmesso la denuncia alla compagnia assicuratrice per avviare la pratica risarcitoria, l’uomo fornisce elementi sempre più contraddittori. Messo alle strette dagli investigatori, confessa di essersi inventato tutto per potersi appropriare di quella somma di denaro, che comunque, riferirà, sarebbe stata risarcita al proprietario dall’assicurazione. Il denaro è stato restituito al titolare del ristorante e il 41enne è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×