Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Sant'Agata, procura apre un'inchiesta su processione
Ipotesi su giro di scommesse clandestine sul fercolo

Le indagini sono state delegate alla squadra mobile che sta svolgendo tutti gli accertamenti. Il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica ha confermato la vigilanza leggera per il capovara Claudio Consoli e per monsignor Barbaro Scionti

Redazione

Foto di: Dario Bucchieri

Foto di: Dario Bucchieri

Sul cambio di percorso che il fercolo con le reliquie di Sant'Agata ha subito nella mattinata del 6 febbraio, la procura di Catania ha aperto un'inchiesta. Per motivi di sicurezza, il capovara Claudio Consoli ha deciso di non effettuare la salita di via di Sangiuliano optando per il rientro direttamente in cattedrale. 

Le indagini sono state delegate alla squadra mobile che sta svolgendo accertamenti anche su un presunto giro di scommesse clandestine sugli orari degli spostamenti della processione. L'iniziativa del maestro del fercolo di staccare i cordoni ha sollevato proteste e contestazioni da parte di alcuni devoti che monsignor Barbaro Scionti, all'arrivo davanti alla cattedrale, ha definito «delinquenti soli e isolati». Una presa di posizione che ha scaturito gli applausi dei fedeli. Nei confronti di Consoli e del parroco Scionti, il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica - presieduto dal prefetto Claudio Sammartino - ha confermato la vigilanza leggera

Durante la riunione si è discusso anche di quanto accaduto alla giornalista Fabiola Foti che, qualche giorno fa, ha trovato una testa di capretto tagliata a metà sul parabrezza dell'auto. Per lei, che ha presentato denuncia ai carabinieri, è stata disposta un'attenzione vigile delle istituzioni. «Abbiamo fatto il comitato con la presenza del procuratore Carmelo Zuccaro - ha confermato il prefetto Claudio Sammartino - non sottovalutiamo alcunché. C'è grande attenzione su tutti gli aspetti e gli avvenimenti che sono accaduti in questi ultimi giorni, perché lo Stato deve essere sempre attento e vigile soprattutto nei momenti di criticità».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×