Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Sant'Agata, «chiude» la processione delle reliquie
Devozione e spinte ma nessuna tensione al Duomo

L'ottava dei festeggiamenti agatini si svolge senza fuori programma, a suggello di un'edizione tra le più tormentate. La devozione dei fedeli in un corteo veloce e ordinato, in cui il grido di «cittadini» copre le polemiche recenti, non ancora sopite

Marco Militello

Foto di: Dario De Luca

Foto di: Dario De Luca

La processione delle sacre reliquie, che suggella l'edizione 2019 dei festeggiamenti agatini, si svolge in un clima tranquillo. E non era affatto scontato, se si considera quanto siano stati turbolenti gli ultimi giorni. Prima la cosiddetta guerra del cordone, poi la notizia - confermata ieri dalla procura di Catania - che i pm catanesi hanno aperto un'inchiesta sul percorso e sulle fermate della processione, che vede sullo sfondo l'ipotesi delle scommesse clandestine. Questa sera, però, i devoti «ostaggio di nessuno» sfilano composti, al di là delle gomitate e dei tremendi spintoni che incassa chi si avvicina troppo alla santa. Normale folklore dei lividi. Conclusa la messa delle 19 - nel corso della quale l'arcivescovo Salvatore Gristina ha esortato al pentimento coloro che mercoledì scorso hanno fatto resistenza alla decisione di annullare la salita di via Sangiuliano - la patrona di Catania è pronta a salutare i scittadini.

Sant'Agata, come da tradizione, varca l'uscita secondaria della cattedrale con un filo di ritardo, intorno alle 20.15. La processione delle sacre reliquie si svolge in un tempo brevissimo. Tra l'uscita e il rientro della santuzza e delle sue reliquie passano più o meno venti minuti. Che sono un condensato di devozione. I sacchi bianchi prendono slancio, rallentano, poi ripartono all'improvviso, con le mani adagiate sulle spalle del fedele che viene prima, una sorta di catena che serve a non cadere in terra, ma che dà anche la sensazione, ormai piuttosto rara, di una comunità che marcia insieme. A pochi metri dalla testa della processione ecco le autorità politiche: c'è il sindaco Salvo Pogliese in fascia tricolore, ci sono molti dei suoi assessori, c'è il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Castiglione. Il gruppo è cinto da un cerchio di vigili urbani

Il percorso dei devoti disegna i quattro angoli del Duomo. L'ultima sosta la santa la compie in prossimità di via Garibaldi. I portatori compiono un giro a 360 gradi affinché i devoti assiepati in ogni angolo del centro possano vedere il suo viso, il suo sguardo. Poi comincia la dirittura d'arrivo, il garrire dei fazzoletti bianchi si fa sempre più frenetico. Fino al ritorno in cattedrale. Frattanto le candelore, in una fila piuttosto ordinata, seguono il corteo principale e alla fine, una alla volta, risalgono via Etnea. Sant'Agata ha salutato il  suo popolo appena pochi minuti fa. Il sentimento religioso dà appuntamento ai festeggiamenti agostani, ma le polemiche sugli avvenimenti recenti non sono affatto sopite.  

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews