Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Provano a fare esplodere parcometro Sostare, arrestati

Redazione

La polizia di Stato ha tratto in arresto: Alex Marco Vaccaro (classe 2000); L. A. F. (classe 2003); Z. R. (classe 2002), ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di tentato furto pluriaggravato ai danni di un parcometro della ditta Sostare S.r.l., nonché di porto e detenzione di materiale esplodente. Nella nottata odierna, personale della squadra mobile, sezione contrasto al crimine diffuso, ha predisposto dei mirati servizi di controllo del territorio, finalizzati a infrenare il fenomeno dei danneggiamenti e dei furti, mediante la modalità dell’esplosione, ai danni dei parcometri della società Sostare, che nei giorni scorsi aveva fatto registrare una particolare recrudescenza. 

Invero, alle 5 circa, la locale sala operativa diramava nota radio con cui notiziava le pattuglie in zona della presenza di tre giovani, di cui venivano fornite precise descrizioni, che stavano armeggiando su un parcometro ubicato in via Osservatorio. Appresa la nota radio, il predetto personale - che già aveva cinturato le zone maggiormente sensibili per questo genere di attività illecita, si portava sul luogo segnalato e a distanza notava la presenza dei tre giovani, posizionati davanti il parcometro. 

Accortisi dell’arrivo degli equipaggi della squadra mobile, i tre si davano alla fuga, dirigendosi all’interno della piazza Giovan Battista Vaccarini, laddove venivano fermati e bloccati. I tre soggetti venivano identificati per L. R. F., Z. R., entrambi minori di età, e Alex Marco Vaccaro, maggiorenne. Durante le fasi della fuga, peraltro, uno di loro si disfaceva di un petardo esplosivo, denominato Rambo k 33, categoria F4, illegalmente detenuto, che sarebbe dovuto servire per causare la deflagrazione del parcometro e impossessarsi dell’incasso contenuto all’interno. 

I predetti, peraltro, a esito di perquisizione personale venivano trovati in possesso di guanti da lavoro e di un accendino, necessari per portare a termine l’azione criminosa. Nel prosieguo dell’attività d’indagine gli agenti della squadra mobile effettuavano un sopralluogo sul parcometro oggetto di manomissione, constatando che sullo stesso vi era la presenza di chiari segni di effrazione. Pertanto, i tre giovani sono stati tratti in arresto e posti a disposizione dell’autorità giudiziaria. Sono in corso serrate indagini al fine di appurare eventuali responsabilità dei tre arrestati su analoghi casi di esplosione dei parcometri registrati nei giorni scorsi.

(Fonte: questura di Catania)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×