Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Librino, minacce ai vigili del fuoco durante incendio
Rubate costose attrezzature, verifiche della polizia

Il fatto è accaduto due giorni fa, di pomeriggio, in viale Moncada. Giunti sul posto per domare un rogo piuttosto pericoloso, i pompieri sono stati insultati e minacciati, a quanto pare  per via della concitazione del momento. Matteo Salvini: «Roba da matti»

Marco Militello

Foto di: Vigili del fuoco Catania

Foto di: Vigili del fuoco Catania

Insultati, minacciati, perfino derubati di alcune attrezzature mentre cercano di domare un pericoloso incendio in viale Moncada, a Librino. Un fatto accaduto due giorni fa. Il comando provinciale dei vigili del fuco - per evitare di rinfocolare le polemiche - preferisce oggi non ritornare sull'argomento, dopo averne parlato ieri con i quotidiani La Sicilia e Giornale di Sicilia. Ma la ricostruzione dell'accaduto è piuttosto semplice. Sono le 17.17 del 13 febbraio, quando la sala operativa di via Beccaria riceve una segnalazione: le fiamme, e un fumo molto denso, si sono scatenate all'interno di una appartamento al sesto piano del civico 16. Anche i livelli sette e otto dell'edificio sono minacciati dal rogo. Addirittura, alcuni inquilini sono costretti a rifugiarsi sul balcone, proprio a causa dell'abbondante fumo che ha invaso le case. Un intervento delicato, insomma, niente affatto semplice. 

I pompieri si recano sul posto con un'autobotte, un'autoscala e un carro logistico. Man mano che la concitazione monta, un gruppo di persone - non è chiaro se abitanti del palazzo o meno - si avvicina e comincia a insultarli, fino ad arrivare alle minacce. Un atteggiamento che secondo alcuni sarebbe legato alla paura per le conseguenze dell'incendio e alla concitazione del momento. Completato il lavoro di spegnimento e di messa in sicurezza - e limitato il borsino dei danni a qualche ricovero in ospedale per intossicazione da fumo - gli uomini in divisa rossa si accorgono poi che dai mezzi di lavoro mancano alcune attrezzature. Per la precisione, auto respiratori e dispositivi di protezione individuale. Il tutto mentre sul posto ci sono anche diverse auto della polizia. Che adesso starebbe effettuando delle verifiche sull'accaduto. Nel frattempo, spiega oggi il comando provinciale alle agenzie di stampa, gli autoprotettori, maschere con bombole di ossigeno per accedere in locali pieni di fumo, rubati ai vigili del fuoco due giorni fa nel rione Librino sono stati trovati, scarichi, su mezzi dei pompieri. 

Ieri la vicenda è stata affrontata in un faccia a faccia tra il comandante provinciale Giovanni Verme e il prefetto Claudio Sammartino. Frattanto, una nota delle organizzazioni sindacali di settore spiega che non si tratta del primo caso del genere. Inoltre, sulla vicenda ha rilasciato una dichiarazione il ministro dell'Interno Matteo Salvini. «Roba da matti - dice il leader della Lega all'Ansa - Proporremo un'aggravante per chi deruba soccorritori e professionisti che salvano vite». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews