Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Mafia, duecento euro di pizzo al mese alla farmacia
Arrestato Alfio Napoli, nipote del boss Jimmy Miano

Parente acquisito dello storico capomafia, è accusato di estorsione aggravata dall'avere agito per conto del clan dei Cursoti milanesi. A gennaio la stessa accusa aveva colpito Vincenzo Piazza

Redazione

Esattore del pizzo chiesto a una farmacia. Secondo gli investigatori, era questo il ruolo di Alfio Napoli (classe 1972), detto Codd'i mulu, nipote acquisito dello storico capomafia dei Cursoti milanesi Jimmy Miano. L'uomo è stato arrestato all'alba di oggi, su delega della direzione distrettuale antimafia, a seguito di un'ordinanza emessa lo scorso 19 febbraio dal giudice per le indagini preliminari. L'accusa, in concorso con altri, è di estorsione con l'aggravante del metodo mafioso. Per gli inquirenti, il farmacista era costretto a pagare dal 2009: 200 euro al mese, altrimenti sarebbero ricominciate le rapine.

Alfio Napoli (classe 1972)

Vincenzo Piazza (classe 1976)

Così, entro i primi dieci giorni del mese, qualcuno si sarebbe presentato nell'esercizio commerciale a riscuotere la somma. Il 10 gennaio a finire in manette era stato Vincenzo Piazza, classe 1976, beccato mentre usciva dalla farmacia con una confezione di pillole all'interno della quale erano stati nascosti 200 euro. Anche nei suoi confronti l'accusa è di estorsione con l'aggravante mafiosa.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×