Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Linguaglossa, minaccia la moglie e i figli minorenni
Poi picchia i genitori che avevano dato loro rifugio

I carabinieri hanno arrestato il 45enne M.B. con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. La donna, spaventata e preoccupata, si è rifugiata a casa dei suoceri con i bambini di cinque e otto anni. Il marito, poco dopo, ha aggredito pure il padre e la madre

Redazione

Avrebbe ingiuriato e minacciato la moglie e i figli minorenni (di cinque e otto anni) per poi picchiare i propri genitori che avevano dato rifugio alla nuora e ai nipoti. È con l'accusa di maltrattamenti in famiglia che i carabinieri di Linguaglossa hanno arrestato nella flagranza il 45enne M.B.

L’uomo, che avrebbe avuto il vizio dell’alcool, l’altra sera è tornato a casa e, senza alcuna plausibile ragione, avrebbe iniziato a insultare e minacciare la moglie e i figli. La donna, spaventata dalle minacce pronunciate dal marito, ma soprattutto angosciata per l’incolumità dei figli, ha chiesto aiuto a un maresciallo in servizio a Linguaglossa (che, durante un simile episodio accaduto in precedenza, le aveva fornito il proprio recapito telefonico) che, tramite la centrale operativa, ha consentito l’intervento nell’abitazione di una pattuglia.

I militari, dopo aver calmato l'uomo, che non ha saputo giustificare la reazione d’ira, hanno accompagnato la donna e i figli nella casa dei suoceri, al piano inferiore della stessa palazzina. Dopo qualche ora, l’uomo avrebbe raggiunto l’abitazione dei genitori e, bussando insistentemente alla porta, avrebbe preteso che gli aprissero. Appena varcato l’uscio, il 45enne avrebbe minacciato e strattonato violentemente i genitori fino a scaraventarli sul divano.

La moglie è riuscita a scappare in strada e chiedere aiuto ai carabinieri che, giunti sul posto, hanno bloccate e arrestato l'aggressore. L’arrestato, su disposizione del magistrato di turno, è stato allontanato e ristretto agli arresti domiciliari nell’abitazione di un familiare.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×