Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Lombardo, processo tutto da rifare
I pm contestano l'aggravante mafiosa

Colpo di scena all'udienza di oggi per il procedimento a carico del governatore regionale e del fratello deputato nazionale Mpa: non è più il voto di scambio semplice l'accusa contestata dalla Procura di Catania. Gli imputati, secondo i magistrati, avrebbero infatti approfittato del clima di omertà e assoggettamento mafiosi di interi quartieri per lo scambio elettorale. Un procedimento che si azzera tra i veleni in aula e una lite sfiorata in corridoio tra i giornalisti

Claudia Campese

«Com'è che si dice qui da voi? Abbiamo babbiàto». Non è l'unico ad essere incredulo Alessandro Benedetti, legale del foro di Roma scelto dal presidente della Regione Raffaele Lombardo per difenderlo nel processo per voto di scambio - a carico anche del fratello e deputato nazionale Mpa Angelo - di cui oggi si è celebrata un'udienza carica di colpi di scena. Diverse facce stupite hanno accolto la richiesta della Procura di Catania di azzerare tutto e ricominciare da capo, dopo la pausa estiva. Un processo da rifare, «perché adesso abbiamo degli elementi nuovi che ci permettono di contestare l'aggravante mafiosa», spiega il pm Carmelo Zuccaro. Una decisione che «non lascia grande spazio di manovra», commenta lo stesso giudice Michele Fichera, e che verrà concretizzata nella prossima udienza del 19 luglio. «Proprio adesso che eravamo intenzionati a chiedere di celebrare anche tre udienze a settimana pur di poter concludere entro luglio», continua Benedetti. E proprio all'indomani della pubblicazione degli stralci delle dichiarazioni del neo-pentito boss Santo La Causa, che hanno provocato un piccolo terremoto negli equilibri - precari - del mondo dell'informazione catanese.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×