Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Convenzione per imprese tra Fipe e Difesa e giustizia

Redazione

Il Presidente Regionale FIPE Confcommercio Sicilia Dario Pistorio e l’Avv. Massimo Ferrante, Presidente dell’Associazione di Promozione Sociale “Difesa e Giustizia”, hanno siglato una convenzione quadro su tre importanti tematiche che consentirà, agli associati dell’Isola di poter conoscere tutte le opportunità legate alle seguenti questioni:

1. Esercizi commerciali che sono stati vittime di estorsioni e/o usura;
2. Problematiche legate all’accesso al credito (banche, finanziarie, fisco) ed ai gestori di servizi essenziali;
3. Gestione della crisi da sovra – indebitamento (legge n. 3/2012)

Molti esercizi commerciali, spesso, sono all’oscuro delle possibilità offerte dalla normativa statale e regionale che tutelano le vittime di estorsioni, dell’usura, dei reati di stampo mafioso e dall’accesso al Fondo di rotazione per la solidarietà alle vittime dei reati di tipo mafioso.
In particolare sono previsti una serie di benefici, economici ed amministrativi, a favore delle vittime dei reati suddetti quali:

- una elargizione per il ristoro dei danni a beni mobili o immobili, delle lesioni personali subite (anche di tipo psicologico), del danno subito sotto forma di mancato guadagno inerente all'attività economica esercitata, anche in conseguenza di situazioni di intimidazione ambientale.
- proroghe e sospensive per il pagamento dei ratei dei mutui bancari e ipotecari;
- sospensione temporanea dei termini per l'esecuzione dei provvedimenti di rilascio di immobili e i termini relativi a processi esecutivi mobiliari ed immobiliari, ivi comprese le vendite e le assegnazioni forzate.
- proroga per tre anni dei termini di scadenza degli adempimenti fiscali.
- Inoltre, a seguito dei danni subiti ed all’esito dei procedimenti penali, è possibile chiedere il risarcimento del danno morale e dei danni patrimoniali.

La convenzione, inoltre, consentirà alle imprese aderenti alla FIPE, di poter affrontare tutte quelle problematiche, legate a piccoli o grandi disservizi, da parte di fornitori di servizi essenziali (fornitori elettrici, operatori telefonici etc. etc.), o da parte di istituti bancari e/o finanziarie, dell’INPS, dell’INAIL, dell’Agenzia delle Entrate, da parte di Riscossione Sicilia, o dalla stessa P.A.
Inoltre, per tutte quelle imprese che si trovano in condizioni di difficoltà economiche, dovute all’impossibilità di adempiere a tutti i debiti (mutui, prestiti, imposte, tasse, cartelle esattoriali etc. etc.) con riferimento alla questione del sovra – indebitamento, l’Associazione Difesa e Giustizia, svolgerà attività di consulenza sulle possibilità concesse dalla legge n. 3/2012 o meglio conosciuta come “salva suicidi”.
Contattando difesaegiustizia@libero.it o telefonando al numero 366/2010651, si potrà fissare un incontro senza impegno di spesa e nel rispetto della massima riservatezza.

(Fonte: comunicato stampa Fipe Catania)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×