Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Verso la giornata in ricordo delle vittime di mafia

Redazione

In occasione della “XXIV Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” (istituzionalizzata dalla Legge n. 20 dell’8 marzo 2017, e V giornata cittadina, come da delibera n°14 del 18 febbraio 2014 della Giunta Comunale di Catania), come ormai avviene da diversi anni, il Coordinamento Provinciale di LIBERA Catania organizza per il 21 marzo 2019 un corteo che partirà dalla Villa Bellini alle ore 9:30 e si concluderà al Molo di levante del Porto, dove si svolgerà la lettura dell’elenco dei nomi delle vittime innocenti delle mafie.

APPUNTAMENTO ALLA PARTENZA: ore 9:00 piazzale della fontana dei cigni della Villa Bellini, lato via Etnea.

PERCORSO: Villa Bellini, via Etnea, via Antonino di Sangiuliano, via Michele Rapisardi, piazza Vincenzo Bellini, via Teatro Massimo, via Ventimiglia, Porto-Molo di levante, dove si terrà la lettura dell’elenco delle vittime innocenti delle mafie. La manifestazione si concluderà entro le ore 13:00.

LETTURA ELENCO VITTIME: l’elenco delle vittime verrà letto da studenti proposti dalle scuole, dai rappresentanti delle associazioni presenti, familiari delle vittime e rappresentanti delle istituzioni. Durante la lettura, chi legge indosserà un giubbotto di salvataggio per indicare la nostra presa in carico dei migranti morti in mare.

VITTIMA DA ADOTTARE: le associazioni che partecipano al corteo, così come le scuole, possono formare dei gruppi di lavoro che faranno delle ricerche su una vittima innocente delle mafie scelta dal sito www.vivi.libera.it. Si suggerisce di scegliere delle vittime poco conosciute e, per evitare sovrapposizioni, prima di avviare la ricerca si prega di darne comunicazione via mail a catania@libera.it. Le vittime da adottare possono essere scelte tra una delle aree tematiche suggerite nella proposta educativa sotto esposta.

PROPOSTA EDUCATIVA: Libera propone cinque aree tematiche di lavoro sulle quali si possono sviluppare percorsi di approfondimento, rielaborazione e impegno. Su tali aree tematiche il coordinamento provinciale di Libera ha strutturato il percorso di formazione “100 passi verso il 21 marzo” aperto alla cittadinanza il cui programma è esposto di seguito. (Vedere locandina allegata)

SIMBOLO DELLA MANIFESTAZIONE: quale simbolo della manifestazione di quest’anno è stata scelta la bussola, che metaforicamente raffigura la guida che ci viene data dalla memoria delle vittime innocenti nella presa di impegno di ciascuno di noi nella lotta alle mafie. I gruppi di lavoro dovranno realizzare una bussola nel modo che ritengono più opportuno, purché sia trasportabile nel corteo e riporti il nome della vittima adottata.

Le associazioni che intendono aderire al corteo del 21 marzo sono pregate di inviare una mail a catania@libera.it.


CALENDARIO INCONTRI TEMATICI APERTI AL PUBBLICO“100 PASSI VERSO IL 21 MARZO”:

1) 11 marzo ore 18:00-20:00 - Dove la mafia non esiste: rappresentazioni e stereotipi. Presso la Libreria Prampolini, via Vittorio Emanuele 333.

2) 12 marzo ore 18:00-20:00 - Azzardo: scommettiamo su un altro futuro. Presso la Locanda del Samaritano, via Montevergine 3.

3) 13 marzo ore 18:00-20:00 - Giustizia ambientale: dallo sfruttamento alla tutela del territorio e delle comunità. Presso Trame di Quartiere, via Pistone 59.

4) 14 marzo ore 18:00-20:00 - A tinte grigie: imprenditoria, economia mafiosa e corruzione. Presso il Tribunale di Catania, piazza G. Verga.

5) 15 marzo ore 18:00-20:00 - Storie di confini e di frontiera. Presso CivicoZero, via Gorizia 32A.

Gli interessati a partecipare sono pregati di iscriversi agli incontri inviando una mail a catania@libera.it.

(Fonte: Libera Catania)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×