Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Iblis, gli interessi per i lavori a Sigonella
Il teste: «Vidi tre volte Angelo Lombardo»

All'udienza del filone principale scaturito dall'indagine Iblis, si è parlato del ruolo di Angelo Lombardo, fratello del presidente della Regione, nei lavori alla base americana, e dell'interesse della mafia nella realizzazione del parco tematico di Regalbuto. «Per sbloccare la pratica, rimasta ferma al Genio Civile di Catania, incontrai tre volte l'onorevole Lombardo su indicazione del geologo Barbagallo», racconta il consigliere della Safab, l'azienda di costruzioni che secondo i giudici ha avuto rapporti con la mafia

Salvo Catalano

Nel processo ordinario nato dall’indagine Iblis oggi è stato il giorno del residence destinato ai soldati americani di stanza a Sigonella e del parco tematico di Regalbuto. Due opere, mai realizzate, ma su cui in fase di progettazione avrebbero messo gli occhi le famiglie mafiose catanesi. Nell’aula bunker di Bicocca, l’accusa, sostenuta dai pubblici ministeri Antonino Fanara e Agata Santonocito, si è avvalsa della deposizione di due testi: l’avvocato Mario Cavallaro, ex legale dell’Atlantica Invest Ag, società svizzera titolare del progetto del parco tematico in provincia di Enna, e Paolo Ciarrocca, dal 1991 al 2009 consigliere d’amministrazione della Safab, l’impresa edile oggi messa in liquidazione che avrebbe dovuto realizzare l’allargamento del complesso residenziale a Sigonella. Due storie distinte, ma entrambe, secondo i pm, emblematiche dell’intreccio di interessi tra criminalità, imprenditoria e politica.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×