Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Picchia moglie e la cosparge di benzina. «Devi morire»
Arrestato 36enne. Violenze sessuali anche a un figlio

L'uomo avrebbe costretto la donna anche ad avere rapporti con estranei. Nelle carte dell'inchiesta il giudice tratteggia l'emergere di «azioni aberranti». La vittima, più volte costretta a recarsi al Pronto soccorso, ha trovato il coraggio di denunciare 

Redazione

Un uomo di 36 anni è stato arrestato dai carabinieri di Catania su disposizione della procura. È accusato di maltrattamenti e abusi in famiglia, lesioni personali aggravate e violenza sessuale. Secondo gli investigatori avrebbe ripetutamente malmenato e minacciato la moglie 40enne alla presenza dei tre figli minorenni, l'avrebbe costretta a compiere in sua presenza atti sessuali con estranei ed avrebbe anche obbligato la donna a compiere abusi nei confronti di uno dei figli

A chiedere aiuto ai carabinieri è stata la 40enne che ha raccontato quanto patito negli ultimi due anni di matrimonio. Il trentaseienne è stato rinchiuso nel carcere di piazza Lanza mentre la moglie e i tre figli sono stati accompagnati in una struttura protetta. Dalle indagini, scrive il giudice per le indagini preliminari nell'ordinanza di custodia cautelare, sono emerse «azioni aberranti». Con la donna «relegata ad una condizione di oggetto e privata della propria dignità di consorte e madre». 

L'uomo inoltre, sempre in presenza dei tre figli minorenni, dicono gli investigatori, avrebbe mantenuto un atteggiamento aggressivo, minaccioso e prevaricante, prendendola spesso a calci e pugni in viso e nel corpo, fino ad arrivare a tentare di soffocarla. Ma non solo: diverse volte l'avrebbe costretta, alla sua presenza e in luoghi appartati, ad avere rapporti sessuali con estranei. In un'occasione l'avrebbe anche cosparsa di liquido infiammabile dicendole «ora ti do fuoco perché devi morire». A causa delle continue aggressioni la donna più volte è stata costretta a recarsi al Pronto soccorso.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.