Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Via Empedocle: in due tentano di rubare una Panda

Redazione

La polizia di Stato ha arrestato, in flagranza, i pregiudicati catanesi Massimiliano D'Ambra di 33 anni e Lorenzo Chiarenza di 18 anni per tentato furto aggravato in concorso. Continuano i controlli da parte del commissariato Borgo-Ognina volti a prevenire e reprimere il dilagante fenomeno dei reati contro il patrimonio con particolare riferimento ai furti di autovetture. L’incessante lavoro degli investigatori del Borgo Ognina ha permesso di arrestare D’Ambra e Chiarenza responsabili del tentato furto aggravato di una Fiat Panda parcheggiata in via Empedocle e trovati in possesso di diverse auto radio rubate e una centralina notoriamente utilizzata per l’accensione del veicolo. 

Massimiliano Dì'Ambra

Lorenzo Chiarenza

Gli stessi, alla vista dei poliziotti, hanno tentato la fuga, prima a bordo di un ciclomotore e poi a piedi, senza riuscirvi poiché bloccati dai poliziotti. Dal controllo effettuato, il ciclomotore utilizzato dai citati soggetti è risultato privo di copertura assicurativa e il conducente senza patente, per questi motivi sanzionati anche ai sensi del codice della strada. Il proprietario dell’autovettura, opportunamente notiziato, ha sporto denuncia. 

Di recente, a fronte dei furti di autovetture consumati in zona Picanello-Borgo, sono stati arrestati e indagati in stato di libertà per ricettazione, furto e tentato furto aggravato di autovettura 16 persone, rinvenute e restituite ai legittimi proprietari numerose autovetture e ciclomotori. Rinvenuti anche diversi depositi/garage con autovetture rubate e parti di esse e centraline utilizzate per i furti di auto. 

Attualmente, sono in corso gli accertamenti per verificare i proprietari delle autoradio verosimilmente rubate e che, a tal riguardo, potranno richiedere informazioni direttamente al centralino del Commissariato Borgo Ognina numero 095.7194811.

(Fonte: Questura di Catania)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×