Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Truffa dello specchietto, denunciato un uomo

Redazione

Lo scorso 15 aprile, la Polizia di Stato ha indagato in stato di libertà un uomo, G.S. classe 1976, resosi responsabile della cosiddetta “truffa dello specchietto”. Una donna mentre transitava con la propria autovettura per le vie centrali della città, è stata affiancata da un’altra autovettura con a bordo un uomo e, contemporaneamente, udiva un forte rumore senza però capirne la provenienza.

La donna perplessa per l’accaduto rallenta la corsa dell’auto e, nel frattempo, il conducente dell’auto che poco prima l’aveva affiancata, approfittando del fatto che si era quasi fermata, l’ha raggiunta accusandola di aver subito la rottura del proprio specchietto retrovisore lato sinistro che nell’occorso le mostrava tenendolo in mano.

Inoltre, l’uomo le chiedeva l’immediato risarcimento del danno attraverso l’elargizione di denaro in contante. La signora, per nulla intimorita, dopo aver tentennato un attimo convinta di non aver urtato alcun veicolo, chiedeva all’uomo i documenti per poter fare ricorso alla propria assicurazione. A quel punto il truffatore preferiva allontanarsi senza insistere ulteriormente, mentre la signora riusciva a fotografare il numero di targa e appuntare il modello dell’auto.

Qualche istante dopo, la stessa incrociava una pattuglia del Commissariato “Centrale” impegnata in servizio di volante raccontando l’accaduto e fornendo ai poliziotti i dati raccolti e la descrizione dell’uomo.

Gli Agenti sono riusciti a rintracciare l’autovettura segnalata con a bordo il truffatore nei pressi della zona segnalata. Gli accertamenti esperiti hanno permesso di rinvenire sul sedile lato passeggero uno specchietto rotto, appurando inoltre che, il fermato annoverava precedenti per reati specifici. Accompagnato presso gli Uffici di Polizia, il malfattore veniva deferito in stato di libertà per il reato di truffa.

(Fonte: comunicato stampa questura di Catania)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×