Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Spari sotto casa e contro l'auto di un pregiudicato
Esplosi diversi colpi, notte di paura a San Giorgio

Un colpo di pistola dopo l'altro, fino ad arrivare a sedici. È successo nella notte tra il 29 e il 30 aprile in via delle Robinie, nei pressi dello stradale San Giorgio. Destinatario dell'avvertimento un pregiudicato di 34 anni, da poco tornato in libertà

Un colpo di pistola dopo l'altro all'interno di un complesso di palazzoni in via delle Robinie, a San Giorgio. Chi c'era parla di almeno una decina di spari, altre fonti arrivano a citarne sedici. Destinatario di quello che sembra essere un avvertimento pare sia un pregiudicato di 34 anni, residente in uno degli edifici e da poco tornato in libertà dopo un periodo agli arresti domiciliari. Secondo quanto si apprende, l'uomo avrebbe un passato di reati contro il patrimonio: furti con autogru, rapine negli uffici postali, tutte nel territorio di Catania. La polizia ha identificato e denunciato per minacce aggravate la persona che avrebbe sparato e che avrebbe confessato in presenza dell'avvocato. 

In via delle Robinie, il rumore degli spari ha svegliato tutti. Ma oggi, sul posto, non ne parla nessuno. Complice il pomeriggio di una giornata festiva, il complesso sembra essere deserto. Fatta eccezione per un paio di ragazzi che comunicano da una parte all'altra della ringhiera. Il gruppo di edifici è separato dalla stradale San Giorgio da una recinzione, in cui si apre un piccolo cancello per accedere direttamente a uno slargo con dei posti auto, a ridosso della parrocchia Maria Ausiliatrice e San Domenico Savio. Un giovane sta sullo slargo, l'altro all'interno del complesso, poggiato a un muretto in mezzo alle aiuole. 

Sul posto, quella notte, sono intervenuti gli uomini della polizia di Stato, che stanno svolgendo le indagini. Secondo quanto risulta a questa testata, sembra che le forze dell'ordine stiano già seguendo una pista. Al momento, però, non è possibile avere ulteriori informazioni. Da quanto emerge, il movente sarebbe da collocare nell'ambito della sfera personale dell'uomo.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×