Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Teatro Bellini, lavoratori occupano tetto del teatro
La protesta dei precari storici per la stabilizzazione

Materassi gonfiabili, traffico bloccato e rumore di fischietti. È lo scenario in via di Sangiuliano in questo momento. Perché le maestranze del Massimo si sono asserragliate al Sangiorgi, sede degli uffici, per manifestare contro il governo regionale

Redazione

Materassi gonfiabili, traffico bloccato e rumore di fischietti. Lo scenario in via di Sangiuliano, di fronte a piazza Manganelli, è quello di una protesta esasperata. I lavoratori precari del teatro Massimo Bellini hanno deciso di salire sul tetto del teatro Sangiorgi, sede degli uffici amministrativi, per protestare «contro la precarietà a cui la politica li ha condannati», si legge in una nota diffusa alla stampa dal sindacato autonomo Snalv Confsal. I contratti a tempo del personale del teatro - per lo più maestranze - sono scaduti e i lavoratori sono a casa senza stipendio. «Oltre il danno, poi, la beffa - prosegue la nota - perché nei giorni scorsi sono state assunte una decina di persone per dieci giorni. Una scelta che i precari storici vivono come un affronto».

La questione dei precari del Bellini è ormai storica. Da anni, lavoratori del comparto artistico e maestranze chiedono una stabilizzazione che non si è mai verificata. In qualche caso, con proteste anche eclatanti: a marzo un gruppo di operai aveva occupato il Sangiorgi. Pochi giorni dopo, in occasione della prima di Fedora, il finale dell'opera è stato adattato alla protesta: sul palco è sceso un cartello «Non facciamola morire», a cui ha fatto seguito lettura di un comunicato dei lavoratori.

Il clima si è fatto più teso dopo che, nella finanziaria del governo regionale, è stato previsto un taglio di due milioni di euro ai fondi per il Bellini. Circa il 20 per cento delle risorse già esigue stanziate per l'ente culturale catanese, a fronte di costi fissi (per i soli stipendi) di 13 milioni di euro. A esprimere solidarietà ai lavoratori, questa mattina, è stato anche il presidente della commissione Cultura all'Ars Luca Sammartino. Il deputato regionale del Partito democratico, in una nota, precisa che «a causa dei tagli in Finanziaria» non sono state trovate le risorse per la stabilizzazione. E invita il sindaco di Catania a difendere «in tutte le sedi istituzionali il teatro».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.