Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Pulvirenti, Girgenti e Fiorenza eletti al cda Ersu
Delusi Lega e lombardiani, ok i centristi e i dem

Tre delle cinque liste in corsa, legate alle principali forze politiche della città, portano i loro rappresentanti all'interno dell'ente regionale. Nessun seggio per Unydea e il listone Uniti per i fuori sede che riuniva salviniani e autonomisti

Gabriele Patti

Oltre 10mila preferenze di lista, 221 schede bianche e 204 schede nulle. Quasi 11mila votanti su 45mila aventi diritto. Un’affluenza pari al 23,67%. Sono i numeri registrati durante lo scrutinio delle elezioni Ersu a Catania. Cinque le liste a darsi battaglia per il rinnovo del consiglio d'amministrazione dell’ente regionale, tutte più o meno legate alle forze politiche della cittàUniversu, Unydea, Sos Ersu, #Studenti e Uniti per i fuori sede. A trionfare sono Paola Pulvirenti (1233 voti) della lista Sos Ersu, la matricola Giovanni Girgenti (1215 voti) della lista Universu e Rosario Roberto Fiorenza (1707 voti), candidato dell'associazione La Finestra nel contenitore di centrosinistra #Studenti. Nessun eletto per Unydea e Uniti per i fuori sede. Un flop, quest'ultimo, che non passa inosservato. Nella lista che mette assieme i giovani leghisti catanesi e il mondo autonomista era candidato Vincenzo Gaetano Piazza, figlio del presidente dell'Ordine dei medici Diego. Niente da fare per lui, nonostante oltre mille preferenze.

«Ancora una volta - commenta Fiorenza - abbiamo dimostrato che il lavoro di ogni giorno nei corsi di laurea e nei Dipartimenti è stato apprezzato». Il consigliere Ersu ci tiene a sottolineare «l’importanza del fatto che il popolo universitario si sia schierato politicamente con una sinistra che tutti danno per spacciata ma che, in realtà, è viva e vegeta». Il neoeletto si pronuncia anche sul procedimento di selezione per l’attivazione dei servizi nelle aule studio: «Sicuramente non possiamo condividere il metodo di assegnazione. Vedremo i documenti e valuteremo il da farsi».

Soddisfatta l’associazione Arché. «Questa strepitosa vittoria della lista Sos Ersu - commenta il responsabile Antonio Fusco - composta dalle associazioni Archè, Università Popolare e Partecipa, ci vede entusiasti per l’elezione della studentessa di medicina Paola Pulvirenti, riferimento della nostra associazione. Oltre ai ragazzi - sottolinea Fusco su Facebook - ringrazio l’amico Nicola D’Agostino (deputato Ars di Sicilia futura, ndr)».

A commentare la vittoria anche Giovanni Girgenti, primo eletto nella lista Universu legata ai giovani del centrodestra. «Abbiamo dimostrato - scrive il neoeletto sui social - che la politica universitaria è sacrificio, abnegazione e voglia di fare. Oggi portiamo a casa questo grandissimo risultato: sono il più giovane consigliere Ersu della Regione». Per quanto riguarda il programma, prioritario per il neoeletto - espressione dell’associazione We Love, vicina al deputato regionale di Fratelli d'Italia Gaetano Galvagno - è l’informazione: «Stiamo pensando alla predisposizione di sportelli informativi. Non è possibile che la maggior parte degli studenti non sappia neppure cosa sia l’Ersu».

Voti e preferenze. In grassetto gli eletti.

Uniti per i fuori sede per le case dello studente - Lista Diritto allo studio: 1856 preferenze
Vincenzo Gaetano Piazza 1013
Davide Scalia 38
Angela Tizza 702

#Studenti 3181 preferenze
Rosolino Roberto Fiorenza 1707

Marco Rosario Tucci 675
Alfio Platania 601

Sos Ersu - Archè - Università popolare 2305 preferenze
Paola Pulvirenti 1233 
Vincenzo Picoco 477
Ruvic Esguerra Mendoza 38

Unyidea 656
Vincenzo Coppola 296
Salvatore Di Stefano 163
Alfio Adamo Pio Tomasello 149

UnivErsu - Noi per il diritto allo studio 2273
Giovanni Girgenti 1215 
Samuele Mirenna 306
Andrea Vella 612

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×