Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

I cartelli dell'anti-pubblicità che tappezzano Catania
«Provocatori contro il monopolio dell'informazione»

I manifesti dei marchi più disparati, da qualche giorno, sono coperti da opere di street art irridenti. «Vogliamo comunicare creativamente, non abbellirre un quartiere», spiegano a MeridioNews gli artisti che si sono ispirati a quanto già visto a Varsavia

Giorgia Lodato

Foto di: Special Patrol Group

Foto di: Special Patrol Group

La parola Ruinair, se pronunciata, può non avere nessun significato per chi la ascolta. Ma, se stampata su un cartellone e associata all'immagine di hostess della nota compagnia aerea, al blu e al giallo delle loro divise, alle maschere per respirare e proteggersi dall'aria cattiva, allora il gioco è fatto. Il messaggio arriva dritto al fruitore. È questo lo spirito dell'iniziativa dei cartelli anti-pubblicità che, da qualche giorno, hanno invaso anche Catania. «Esprimere idee con le immagini e fare parodia delle pubblicità sovvertendole - spiega a MeridioNews uno degli autori del progetto che ha per nome d'arte Illustre Feccia - significa fare comunicazione antagonisticamente parlando».


Nei cartelloni affissi sui muri o alle fermate dell'autobus, si riconosce l’uccellino simbolo di Twitter, il cane a sei zampe dell’Eni, la lettera C del supermercato Carrefour. E anche qualche riferimento alla politica e alla religione. Si tratta di subvertising o brandalism, un’azione collettiva per cui i manifesti pubblicitari vengono coperti con opere di street art, per fare riflettere sugli effetti che gli spot possono avere sulle persone. Manifesti già apparsi a Varsavia (la capitale della Polonia) che, adesso, arrivano anche nel capoluogo etneo grazie al gruppo anarchico Chimera e al Teatro Coppola. Dietro, oltre a Illustre Feccia - che ha partecipato anche al progetto polacco - ci sono gli artisti HogreSpecial Patrol Group e Ceffon.

«Oltre che di arte, nella vita mi occupo di respirare per vocazione - commenta a MeridioNews Illustre Feccia, che disegna da dodici anni - Un'abitudine che, oramai da tempo, sembra essere caduta in disuso. Morire per asfissia è molto più comune e popolare, soffocati da mafie istituzionali e pesti capitalistiche». L'idea di fare politica attraverso i disegni non è nuova ma il progetto dei poster sul subvertising vede la luce due anni fa, quando Illustre Feccia incontra il collega Hogre e frequenta i laboratori londinesi della Spg (Special Patrol Group). «Sono laboratori internazionali di poster dove - spiega l'artista - chiunque è interessato si può sbizzarrire disegnando sulle pubblicità esistenti». Le opere realizzate in laboratorio poi vengono esposte attraverso un'azione di «attacchinaggio collettivo».

Cartelloni grandi, colori decisi e forme originali che attirano l'attenzione di chi passa per la strada. «Le forme e i colori hanno il fine di comunicare creativamente, non di abbellire una casa o un quartiere. È il nostro modo di fare politica - continua l'artista - sottraendo al capitale e alla classe dirigente il monopolio dell'informazione e lo spazio che occupano. È un’avventura un po' utopica e rivoluzionaria, una scommessa, per rilanciarsi come media indipendente». Una forma d'arte impegnata che si ritaglia uno spazio in città. «Sogniamo un mondo dove non esista la pubblicità del capitalismo e un’unica fonte d'informazione che domina dall'alto ma decentralizzata e diffusa. Magari, - conclude Illustre Feccia sorridendo - anche un po' pirata».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×