Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Droga dall'Albania ai clan, tocca ai difensori di Habilaj
Il cugino dell'ex ministro dell'Interno «non era il capo»

Ultime fasi del processo di primo grado - in abbreviato - scaturito dall'operazione Rosa dei venti. Alla sbarra il parente del politico Saimir Tahiri. Accusato dai pm di essere al vertice di un'organizzazione specializzata nel traffico di marijuana

Dario De Luca

Moisi Habilaj non è mai stato uno dei principali boss della droga attivo su scala internazionale, ma solo un semplice «vettore». Capace di organizzare, insieme ad alcuni complici, dei viaggi autonomi di stupefacenti dall'Albania. E quando è andata male, come nel caso dei sequestri effettuati dalle forze dell'ordine ad Augusta e Riposto, ci ha rimesso i soldi investiti di tasca propria. Sono questi alcuni dei passaggi salienti dell'ultima udienza del processo di primo grado scaturito dall'operazione Rosa dei venti. Indagine della guardia di finanza di Catania che ha fatto luce su un maxi-canale di rifornimento di armi e droga dai Balcani alla Sicilia. Il nome di Habilaj è quello che più spicca tra quelli contenuti nell'elenco degli imputati. Non solo perché la procura gli contesta l'accusa di essere il capo di un'organizzazione criminale attiva tra il 2013 e il 2017, ma sopratutto per il fatto di essere il cugino dell'ex ministro dell'Interno albanese Saimir Tahiri. Poi finito indagato anche dall'altro lato del mare Adriatico grazie al lavoro della procura dei crimini gravi di Tirana. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.