Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Wind Jet, newco o commissariamento
Pulvirenti: «Entro mercoledì decideremo»

A margine della conferenza stampa di presentazione del main sponsor e del co-sponsor del Calcio Catania, Antonino Pulvirenti ha dichiarato che entro i primi giorni della prossima settimana dirà quale sarà il destino della low cost etnea. «O riprendere l'attività attraverso anche una nuova società oppure accettare la proposta del governo, che è quella di ricorrere alla legge Prodi bis», ha detto

Redazione

«Ci siamo presi qualche giorno di tempo rispetto alla proposta del ministro di attingere alla Prodi bis, la legge che prevede il commissariamento dell'azienda perché credo che abbiamo delle alternative, però non abbiamo molto tempo a disposizione». È quanto ha affermato ai giornalisti il presidente della Wind Jet, Antonino Pulvirenti, a margine della presentazione del main sponsor e del co-sponsor del Calcio Catania. L'alternativa, ha detto è «riprendere l'attività attraverso anche una nuova società». Una decisione che l'imprenditore etneo dice che prenderà entro mercoledì della prossima settimana. Prima, quindi, del nuovo incontro previsto con al ministero dello Sviluppo Economico per il 24 agosto.

«Quella della Wind Jet - ha aggiunto Pulvirenti - è una vicenda delicata e importantissima, e ci sono delle precise responsabilità. Fra qualche periodo si saprà esattamente cose è successo, chi ha le responsabilità e chi deve pagare per quello che è successo. Non mi va di fare il gradasso come ha fatto qualcun altro prima di entrare a parlare al tavolo ministeriale. Facciamo parlare le carte», ha detto illudendo all'amministratore delegato di Alitalia Andrea Ragnetti, che ha dato la colpa dell'eventuale fallimento della compagnia aerea catanese alla cattiva gestione.

«La cosa più importante in questo momento è salvaguardare il più possibile i posti di lavoro e soprattutto non creare disagi ai passeggeri», ha continuato Pulvirenti. Che ha specificato: «Io faccio l'imprenditore, non il filantropo, però credo che l'azienda sia importante per il territorio. Speriamo di riuscire a trovare una soluzione che permetta all'azienda di continuare a lavorare». Nell'attesa, i suoi dipendenti sono stati messi in cassa integrazione e i passeggeri cercano di rimediare ai danni. In migliaia hanno aderito alla class action al Tar promossa dal Codacons che ha invitato a mandare raccomandate alle agenzie di viaggio e alle banche per bloccare il riversamento dei soldi dei voli acquistati alla Wind Jet.

Per i sindacati la soluzione per la Wind Jet è il commissariamento. «Utile per farla ripartire quanto prima - ha detto il segretario nazionale della Uil Trasporti Marco Veneziani, intervenuto a Radio anch'io - anche se siamo disposti a prendere in esame altre soluzioni». Contrario alle alternative si è mostrato invece il segretario nazionale della Filt Cgil Mauro Rossi, per cui è «sconcertante che Wind Jet rifiuti il commissariamento e affermi di farcela da sola».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×