Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Ladro puntava disabili, tra le vittime pure lo zio
Arrestato 19enne, incastrato dalle riprese video

Il giovane dopo i colpi è riuscito a prelevare quasi duemila euro. Due i casi finiti all'attenzione dei carabinieri della stazione locale. Nel primo di questi il malvivente avrebbe approfittato di un momento di distrazione di una donna

Redazione

I carabinieri sono sicuri: Walter Aleo sceglieva le sue vittime tra le persone disabili. Due i casi finiti agli atti di un'inchiesta che ha portato dietro le sbarre il presunto ladro 19enne, originario di Caltagirone. Il primo episodio risale al 3 ottobre dello scorso anno, quando Aleo avrebbe puntato una donna intenta ad aiutare il fratello disabile a salire su un pulmino per andare a effettuare delle terapie specifiche. Intorno alle 10.30 il giovane sarebbe entrato in azione, sfruttando un momento di distrazione delle sue vittime e  avrebbe portato via la borsa. Lasciata incustodita per pochi attimi sopra alla sedia a rotelle del parente.

Completato il furto Aleo avrebbe iniziato a utilizzare alcune carte di credito contenute nella borsa. A facilitare il piano la presenza di un foglio manoscritto in cui erano annotati i codici segreti per lo sblocco delle tessere magnetiche. Alle 12.15, secondo la ricostruzione dei militari della stazione locale, la donna è riuscita a bloccare le carte ma a quanto pare il 19enne aveva già prelevato la somma di 1300 euro. Tre operazioni poi messe nero su bianco dagli estratti conto.

Cinque giorni dopo il malvivente sarebbe entrato nuovamente in azione. Questa volta nei confronti dello zio, anche lui disabile e relegato sopra una sedia a rotelle. L'uomo sarebbe stato avvicinato mentre si apprestava a uscire dall'ascensore di casa. In quel momento Aleo gli avrebbe strappato un marsupio con all'interno 1500 euro e una carta Postapay, con la quale poco dopo avrebbe prelevato altri 500 euro

Grazie alle denunce delle vittime, entrambe residenti nello stesso stabile del loro aguzzino, e alle riprese video delle telecamere di videosorveglianza attive negli istituti di credito, i carabinieri sono riusciti ad arrivare all'identificazione di Aleo. Il giovane adesso dovrà rispondere dei reati di furto aggravato commesso in danno di persona disabile, oltre all'indebito utilizzo di carte di credito o di pagamento. Il 19enne è stato posto ai domiciliari, come disposto dal giudice. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×