Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Paternò: 30 chili di marijuana e armi in casa
Droga per 200mila euro. Arrestato 35enne

Il 35enne Salvatore Furnari è stato bloccato su un autobus mentre faceva ritorno da Caltanissetta, dove era andato a trovare la fidanzata. Le pistole sono state inviate ai Ris di Messina per esami che potrebbero stabilire se sono state usate in episodi criminosi

Redazione

Trenta chili di marijuana, due pistole e un revolver nascosti tra la cucina e la camera da letto. È quanto hanno trovato i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Paternò in casa del 35enne paternese Salvatore Furnari che è stato arrestato con l'accusa di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione di armi clandestine e detenzione illegale di munizionamento

Salvatore Furnari

I militari hanno fatto irruzione nella palazzina di via Bari a Paternò. In casa, hanno trovato solo i genitori del 35enne che era andato a trovare la fidanzata in provincia di Caltanissetta. Perquisito l'immobile all'ultimo piano - quello occupato da Furnari - i carabinieri hanno trovato sei sacchi di plastica sigillati con dentro i 30 chili di marijuana, una bilancia elettronica di precisione; diverso materiale utilizzato per il confezionamento della droga; due pistole, una semiautomatica calibro 45 di fabbricazione statunitense con marca e matricola abrasi, un revolver calibro 38 marca Bernardelli con la matricola abrasa e 15 cartucce di diverso calibro (22, 38 e 45). 

Furnari è stato bloccato mentre si trovava su un autobus di linea della Sais proveniente da Caltanissetta. Il mezzo è stato fermato lungo l'autostrada Catania-Palermo, all'altezza dell'area di servizio di Motta Sant'Anastasia. La droga (del valore al dettaglio di oltre 200mila euro) e le armi sono state sequestrate mentre l’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato portato al carcere di Catania di piazza Lanza. Nei prossimi giorni, le due pistole saranno inviate agli esperti del Ris di Messina che faranno esami tecnico-balistici che potrebbero stabilirne l'eventuale utilizzo in pregressi episodi criminosi.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×