Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Etna in Photo, gli scatti vincitori del contest
«Le foto come strumento democratico»

Più di duemila scatti per 45 fotografi, dilettanti e professionisti. A vincere il concorso Etna in photo sono stati Antonio Zimbone, per il suo scatto dedicato al paesaggio dell'Etna, e Veronica Raciti con l'immagine di una scena di vita quotidiana nel piccolo Comune etneo. «Questo contest è stato un approccio interessante per catturare e interpretare le sensazioni e le immagini di un territorio ricco di storia e arte», commenta il sindaco

Redazione

Quel che resta di un albero sullo sfondo del nero lavico dell'Etna. Una donna e due bambini a passeggio per i vicoli di Linguaglossa. Sono i due scatti vincitori del concorso fotografico Linguaglossa Etna in Photo: la tre giorni conclusa domenica, tra mostre e concerti. Antonio Zimbone e Veronica Raciti i due autori premiati. Protagonista però il vulcano catanese, «una realtà unica al mondo e questo contest è stato un approccio interessante per catturare e interpretare le sensazioni e le immagini di un territorio ricco di storia e arte», commenta soddisfatta il sindaco del Comune etneo Rosa Maria Vecchio. Una manifestazione che ha visto sfidarsi 45 fotografi, professionisti e dilettanti, da tutta Italia con più di duemila scatti.

[slideshow exclude="6"]

Il primo premo di mille euro è andato ad Antonio Zimbone, per il suo scatto dedicato al paesaggio – dalla natura feroce, anche nei contrasti di colore – dell'Etna. Ad aggiudicarsi invece il secondo premio – un weekend di benessere in una spa – è stata Veronica Raciti: il suo obiettivo si è concentrato sulla vita quotidiana nel piccolo Comune etneo. Immortalati dagli altri partecipanti anche la festa di Sant'Egidio, le attività commerciali e quelle artigianali del paesino.

Una varietà che ha reso difficile il lavoro della giuria tecnica, presieduta dal critico fotografico Pippo Pappalardo. «La fotografia è uno strumento democratico con il quale ognuno può creare l’immagine della propria esistenza – spiega – Dalla ragazza che si bagna le mani in un’antica fontana al professore della Sorbona in bicicletta che, ogni estate, trascorre le sue vacanze in questo paradiso di stelle. Dal cimitero come luogo di memoria al disastro che lascia la lava e all’Etna con il suo profilo che cambia continuamente».

 

[Foto di Antonio Zimbone]

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×