Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Aci Castello, Cacciola eletto presidente del consiglio
Maggioranza compatta sull'ex Megafono, Calì il vice

L'ex esponente del Megafono di Rosario Crocetta, oggi legato al deputato regionale del Pd Luca Sammartino, aveva toccato i 173 voti di preferenza alle Amministrative. L'altro neoeletto era uscito da Fratelli d'Italia in polemica con il dirigente Manlio Messina

Redazione

Venerando Cacciola è il nuovo presidente del consiglio comunale di Aci Castello. Per il rieletto consigliere comunale sono arrivati 10 voti su 16 consiglieri, ovvero i numeri su cui può contare la neo maggioranza di Carmelo Scandurra, eletto sindaco ad aprile con oltre il 50 per cento dei consensi. Cacciola, ex esponente del Megafono di Rosario Crocetta, oggi legato al deputato regionale del Pd Luca Sammartino, erano arrivati 173 voti di preferenza nella lista civica Movimento per lo sviluppo territoriale di cui è stato l'unico consigliere eletto.

La maggioranza ha confermato la sua compattezza anche sul voto per il vicepresidente del consiglio, Marco Calì. Il più giovane fra i consiglieri eletti aveva abbandonato Fratelli d'Italia in polemica con il dirigente regionale Manlio Messina e la sua scelta di schierare il partito a supporto della candidata del centrodestra Ezia Carbone. Le Amministrative lo hanno poi consacrato come il più votato della lista Popolari per Aci Castello, il contenitore che aveva consentito ai locali rappresentanti della Lega, fra cui l'uscente Santo Grasso, legato al dirigente salviniano Piero Lipera e al sindaco di Motta Sant'Anastasia Anastasio Carrà, di confluire nella coalizione di Scandurra patrocinata da Sammartino.

Durante la seduta d'avvio della consiliatura, il sindaco di Aci Castello ha indicato anche il nome del quinto assessore che - non appena entrerà pienamente in vigore l'allargamento delle giunte comunali voluto dalla Regione - verrà nominato, l'avvocata Valentina Zangara.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×