Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Scorazza con il quad sulla scalinata monumentale
Identificato l'autore della scorribanda a Paternò

L'uomo era stato colto dalle telecamere mentre provava il mezzo off road nel cuore della Collina storica della città. Utili non solo i filmati, ma anche la collaborazione dei residenti e le foto girate sui social. Si riapre il dibattito, intanto, sul degrado della zona

Salvatore Caruso

Foto di: Salvatore Caruso

Foto di: Salvatore Caruso

È stato identificato dagli agenti della polizia di Paternò il conducente del quad che, meno di 48 ore addietro, ha percorso la scalinata settecentesca della Collina storica. Non è ancora chiaro il motivo per cui il guidatore mezzo off road abbia deciso di scorazzare su un bene monumentale di inestimabile valore. All'individuazione dell’uomo si sarebbe giunti grazie alle registrazioni di alcune telecamere di videosorveglianza piazzate in zona. 

La scena sarebbe stata immortalata, ma utili sarebbero state anche la collaborazione di alcuni residenti della zona e una foto del momento. Non è da escludere peraltro, come hanno specificato gli agenti della municipale, che la targa fosse del quad fosse leggermente alterata. Probabilmente il conducente sarà sanzionato per quanto riguarda le violazioni al codice della strada; ancora da accertare se sussistono i presupposti per una denuncia penale. 

«Un plauso agli agenti della polizia municipale di Paternò che, in meno di due giorni, hanno dato un volto all'autore di un gesto che ci ha lasciato perplessi». Ad affermarlo è Paolo Di Caro, vicepresidente dell'Archeoclub d'Italia (sezione Iblamajor di Paternò) che su Facebook aveva condiviso la foto dell'insensata scorribanda. L'episodio è servito per gli addetti ai lavori a ribadire che urge potenziare la videosorveglianza della zona monumentale e limitare gli accessi al monumento che presenta già pesanti segni di degrado. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×