Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Linguaglossa, ancora montagne di rifiuti sull'Etna
«Opera di qualche imbecille che sarà identificato»

Elettrodomestici usati, porte e cemento scaricati sul ciglio della strada che conduce all'azienda vinicola Gambino vini. In questi giorni è stato lo scenario che ha accolto circa 300 turisti. Ma tra la spazzatura c'erano anche scontrini e ricevute. Guarda le foto

Gabriele Patti

«Un camion di rifiuti tra cui elettrodomestici usati, porte e cemento scaricati sul ciglio della strada». È lo scenario descritto da Francesco Raciti, titolare dell’azienda vinicola Gambino vini, che nei giorni scorsi ha rinvenuto un cumulo di rifiuti a distanza di pochi metri dalla sua attività, sulla Sp 59, nel territorio di Linguaglossa.

«Abbiamo trovato quella spazzatura - prosegue l’imprenditore - all’ingresso della strada che porta in cantina». A segnalare alle autorità la microdiscarica a cielo aperto è stato lo stesso Raciti. «Fortunatamente – racconta il titolare - i carabinieri sono venuti subito, procedendo alle dovute verifiche e avviando le indagini». Da quanto si apprende, il Comune di Linguaglossa si è tempestivamente mobilitato «mandando immediatamente un mezzo per portare via i rifiuti. Le autorità – sostiene - hanno fatto il proprio dovere».

Si tratta dell’ennesimo gesto di inciviltà che secondo Raciti non va generalizzato. «Purtroppo – sottolinea - qualche imbecille c’è, ma sono una minoranza. Conosco tante persone perbene, non bisogna generalizzare». Resta il fatto che, nel frattempo, lo scenario ha allietato la vacanza di «almeno 300 turisti», secondo l’imprenditore. Per quanto attiene ai responsabili, il produttore vinicolo è sicuro che «la pagheranno». Circa l’identità «i carabinieri stanno indagando - spiega - Hanno trovato ricevute e scontrini». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.