Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Sequestrata discarica abusiva di rifiuti pericolosi

Redazione

Per contrastare il fenomeno dei furti di rame nell'ambito ferroviario che nelle settimane scorse hanno paralizzato la circolazione dei treni nella Sicilia sud-orientale, la polizia di Stato ha messo in campo una squadra di investigatori specializzata: si tratta del "nucleo rame" della polizia ferroviaria che agisce per interrompere la filiera del traffico illecito di oro rosso.

L’intensificazione dei controlli ha portato al sequestro di un’area di circa 1000 metri quadrati su cui M.A. e M.M., rispettivamente di 68 e 43 anni, con precedenti penali specifici, esercitavano abusivamente un’attività di gestione di rifiuti, reato per il quale gli stessi dovranno rispondere dinanzi all'autorità giudiziaria. I rifiuti accatastati erano talmente tanti da essere chiaramente visibili dalla sede stradale che corre adiacente all'illecito sito di stoccaggio. Qui sono stati rinvenuti rifiuti speciali pericolosi di vario tipo, consistenti per lo più in parti di autovetture (portiere, fari, pneumatici e motori), batterie esauste, motori di elettrodomestici, cavi di rame bruciato per un peso di circa dieci chili e altro materiale vario. 

Su due grossi container sono stati ritrovate le guaine di rivestimento dei cavi di rame mentre, sul piazzale dell’attività è stata individuata un’autovettura parzialmente smontata e due targhe di altrettante auto: gli accertamenti effettuati presso la banca dati hanno evidenziato che esse non risultano rubate né demolite. Per tale motivo, la polizia ferroviaria sta effettuando ulteriori accertamenti per chiarire la presenza di tali veicoli in quel sito. Ulteriori indagini sono in corso anche per valutare l’eventuale danno ambientale causato dall'attività dato che, non essendo stati installati sistemi di protezione adeguati, i terreni si presentavano visibilmente impregnati di olio di motore e di acidi delle batterie. 

Si tratta del secondo sequestro in pochi giorni nella provincia catanese e il quarto in Sicilia dall’inizio dell’anno. I controlli serrati, che proseguiranno a oltranza, hanno l’obiettivo di colpire quelle attività che, acquistando illegalmente il rame oggetto di furti, danno impulso direttamente a questa tipologia di reato. Inoltre, protezione aziendale ha rafforzato i sistemi di difesa passiva con sistemi tecnologici di ultimissima generazione che, al verificarsi di un furto, lanciano l’allarme e consentono alla Polfer che parallelamente ha anche intensificato le pattuglie lungolinea e i servizi mirati nelle aree più sensibili, di intervenire tempestivamente.

(Fonte: questura di Catania) 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.