Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Baby pride, la drag che ha letto le fiabe ai bimbi
«Messaggio trasmesso? Il valore della famiglia»

La gioia dei bambini alle letture selezionate all'evento dello scorso 28 giugno da un lato, le critiche della Lega e della politica più tradizionalista dall'altro. Sovranity, la drag queen criticata, racconta a MeridioNews come è andata davvero

Guardare le cose con gli occhi dei bambini. Un modo di dire che nel caso del Baby pride catanese dello scorso 28 giugno mette a tacere il disappunto espresso da alcuni politici, che addirittura minacciano di scomodare il Parlamento. Tra questi l'assessore leghista Fabio Cantarella e la leader nazionale di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. Per i piccoli partecipanti, tutti accompagnati da almeno un genitore, si è trattato di un «giorno da favola», anche perché a leggere le fiabe è stata la principessa Sovranity. Un pomposo vestito argentato e una corona d'argento sopra a una folta chioma bionda. Si presenta così la drag queen, all'anagrafe Davide Bertino. «L'unico messaggio che ho voluto trasmettere ai bambini è il valore della famiglia», dice a MeridioNews. Un semicerchio, una ventina di bambini dai cinque anni in su, accompagnati da almeno uno dei genitori, sono rimasti ad ascoltare le fiabe contro gli stereotipi di genere. 

Questo lo scenario ritenuto «preoccupante» dalla leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. «Ma che problemi ha la sinistra con i bambini? - scrive in un post sul suo profilo Facebook pubblicando la locandina dell'evento del Baby pride - La questione sta diventando preoccupante. Bambini portati ad ascoltare fiabe gender lette da travestiti». Sulla stessa lunghezza d'onda anche l'assessore alla Sicurezza Fabio Cantarella che giudica «inopportuno» l'evento dedicato ai bambini. «Francamente mi sembra che questa volta gli organizzatori del Pride etneo abbiano esagerato. Sono fermamente convinto - scrive in una nota diffusa da Sicilia stampa Lega Salvini - che i bambini debbano essere lasciati liberi dai condizionamenti ideologici e soprattutto che debbano essere educati dai genitori e da chi ha le professionalità adeguate e riconosciute. Iniziative come il Baby pride mi sembrano totalmente inopportune. Solleciterò i parlamentari della Lega a prendere iniziative adeguate per proteggere i nostri bambini da questo tipo di avventurismi educativi», conclude il responsabile del Carroccio in Sicilia. 

Il racconto di Sovranity, però, non lascia spazio ai pregiudizi. «Ci siamo sistemati in semicerchio e ho cercato di rompere il ghiaccio ponendo ai bambini qualche domanda sulle favole. Poi ho letto loro le fiabe in programma: Piccolo uovo che riguarda la diversità delle famiglie, da quelle omogenitoriali a quelle composte da genitori single; Rosaconfetto che mira a superare il cliché della donna fragile; ed Ettore dedicata allo stereotipo del maschio che non deve piangere mai e che, alla fine si fidanza con una donna bellissima». L'unica fiaba scritta per superare i pregiudizi nei confronti di famiglie composte da genitori dello stesso sesso o single è Piccolo uovo che «è quella che i bambini hanno apprezzato maggiormente perché racconta di canguri, cagnolini, pinguini e ippopotami senza partner che sanno prendersi cura dei cuccioli anche da soli». 

Dopo la lettura c'è stato anche tempo per una merenda. «I bambini sono corsi a salutare la principessa Sovranity - racconta - e ancora oggi ricevo messaggi di ringraziamento dai genitori che sono rimasti soddisfatti. Ho accettato volentieri di leggere le fiabe ai bambini quando mi è stato proposto perché - conclude - ero certa che non avrebbero avuto nessuna malizia nei confronti della mia immagine». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews