Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Emergenza incendi, riunione tecnica tra 16 Comuni
I nodi della carenza di personale e degli interventi

Dopo i roghi che hanno caratterizzato la giornata di ieri si cerca di fare il punto della situazione. Dopo Caltagirone tocca al comprensorio di Paternò. Domani, invece, sarà la volta di Mascali. Sul tavolo anche la vicenda del distaccamento paternese

Salvatore Caruso

Dopo gli incendi che hanno caratterizzato il fine settimana è il momento delle riunioni tecniche per cercare di trovare possibili soluzioni. Nei giorni scorsi il tema era stato affrontato anche durante il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica convocato dal prefetto Claudio Sammartino. Dopo l’incontro che si è tenuto venerdì a Caltagirone oggi è toccato a Paternò. A darsi appuntamento amministratori e funzionari di 16 Comuni dell’area etnea, nonché i rappresentanti di protezione civile, vigili del fuoco e corpo forestale. Domani toccherà a Mascali per quanto riguarda la zona ionica.

A fare da padroni di casa il sindaco Nino Naso e l’assessore Vito Rau. «L'obiettivo è comprendere le esigenze, le necessità e le problematiche che hanno i Comuni - spiega Giovanni Spampinato, del dipartimento protezione civile regionale - e gli addetti allo spegnimento. Carenze a 360 gradi che proviamo a superare mettendo a sistema tutte le risorse che abbiamo». Per Angelo Sgroi, del comando provinciale vigili del fuoco di Catania, la riunione è particolarmente importante «perché si scende nel dettaglio dell’attività operativa, ossia l’utilizzo delle autobotti comunali o l’efficienza degli idranti nei  Comuni per rifornire i nostri mezzi. Aspetti semplici ma importanti perché ci consentono di aumentare il numero di interventi che possiamo fare».

Sul tavolo anche i ripetuti casi di chiusura del distaccamento dei pompieri di Paternò per la carenza di personale. Sul punto il vice dirigente Angelo Sgroi specifica che ogni anno vengono fatte delle convezioni con la Regione e siamo in attesa che quest’ultime possono partire. In questo modo avremmo il 30 per cento in più di personale. Ci auguriamo che gli intoppi burocratici vengono superati velocemente».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.