Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Mafia, ditta di rifiuti pagava pizzo da 7mila euro
I soldi tenuti nella cassetta del pronto soccorso

Massimo Scaglione (classe 1973) è stato arrestato dagli agenti della squadra antiracket della questura di Catania. Per anni avrebbe taglieggiato un imprenditore, titolare di un'azienda della zona industriale del capoluogo etneo

Redazione

Un'estorsione da settemila euro al mese ai danni di un imprenditore del settore dei rifiuti, costretto a pagare il pizzo al clan mafioso Pillera-Puntina. L'hanno scoperta gli agenti della squadra antiracket di Catania che hanno arrestato Massimo Scaglione (classe 1973), pregiudicato, accusato di estorsione con l'aggravante mafiosa. 

Dalle indagini sarebbe emerso che  l'imprenditore pagava da diversi anni, consegnando il denaro a Massimo Scaglione. Esattore per conto dei Pillera-Puntina. Il pagamento del pizzo sarebbe avvenuto con modalità definite, senza episodi di violenza o danneggiamenti. Semplicemente, l'uomo si sarebbe limitato a consegnare i soldi. L'ultima volta, il 2 luglio, quando l'estorsore è stato colto in flagranza dagli agenti della polizia, alla zona industriale.

Ad aiutare le forze dell'ordine a risalire al 46enne sono state le dichiarazioni del pentito Salvatore Messina, già appartenente al clan, nel quale aveva rivestito una posizione apicale. Nel furgone dell'arrestato sono stati trovati 14mila euro in contanti (il pagamento dei mesi di giugno e luglio), nascosti nella cassetta del pronto soccorso. Il 5 luglio nei confronti dell'uomo è stata disposta la custodia cautelare in carcere, a Bicocca.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.