Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Muos, la Procura calatina ordina il sequestro
Anche il Comune contro l'antenna Usa

Poche ore prima della manifestazione nazionale di oggi contro il sistema di antenne militari statunitense, due novità arrivano da Caltagirone, comune vicino a Niscemi, sede dell'impianto. Mentre gli amministratori locali sono riuniti in un consiglio straordinario per approvare un provvedimento contro il piano americano, i magistrati calatini appongono alla struttura i sigilli per violazione delle leggi sull'ambiente. Gli indagati - nell'inchiesta partita a luglio dello scorso anno - sarebbero già cinque

Simona Romano

«Quando parliamo di Muos, parliamo di ambiente, salute, guerra e anche di mafia». Ha usato queste parole Enzo Traina, esponente del comitato No Muos di Niscemi, per definire l'impianto di antenne militari statunitense in costruzione in Sicilia nel suo intervento di ieri al consiglio comunale straordinario di Caltagirone. Un appuntamento voluto dagli amministratori calatini per esprimere la solidarietà della città e segnalare la partecipazione del Comune alla manifestazione nazionale di oggi contro il progetto. Un incontro che ha preceduto solo di poche ore la magistratura calatina. Nella notte, infatti, la Procura di Caltagirone ha sequestrato l'impianto per violazione delle leggi sull'ambiente. Provvedimento arrivato dopo un anno dall'avvio dell'inchiesta, a luglio 2011, sul piano Usa all'interno della riserva naturale orientata Sughereta di Niscemi in contrada Ulmo. Sito di interesse comunitario e dove è impossibile edificare. Gli indagati, per reati ambientali (ma potrebbero esserci altre ipotesi di reato), sarebbero già cinque.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×