Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Drink gratis in cambio di plastica e sigarette spente
Nuova campagna anti-inquinamento all'isola Lachea 

Il progetto pilota è partito qualche settimana fa all’isola Bella di Taormina e ora approda ad Aci Trezza, dove a chi consegnerà i rifiuti verrà offerto da bere. «Sensibilizziamo sulle micro-plastiche», dice la docente Natalia Leonardi a MeridioNews 

Giorgia Lodato

Il progetto pilota è partito qualche settimana fa all’isola Bella di Taormina, riserva naturale gestita dal centro di ricerca dell’Università di Catania Cutgana, dove ha riscosso talmente tanto successo da allargarsi oltre il litorale conquistando pure la baia di Mazzarò. E ora la campagna estiva Microplastic risk, contro l'abbandono delle plastiche e delle cicche di sigarette sulle spiagge, arriva anche all’isola Lachea di Acitrezza, dove ai cittadini che raccoglieranno i rifiuti e consegneranno i sacchetti agli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa verrà offerto un drink in segno di riconoscimento.

«Questa campagna di sensibilizzazione nasce nell’ambito del progetto Pianeta & salute – spiega la coordinatrice Natalia Leonardi - che affronta diverse problematiche ambientali che affliggono il nostro pianeta». Nato in collaborazione con i laboratori di Igiene ambientale e alimentare dell’Università di Catania diretti dalla professoressa Margherita Ferrante, il progetto focalizza l’attenzione non solo sui danni ambientali, ma anche su quelli provocati alla nostra salute. «Microplastic risk è un’importante occasione per far riflettere i cittadini sul grave problema delle plastiche e per invogliarli ad affrontare delle scelte corrette e consapevoli – commenta Leonardi - promuovendo il corretto smaltimento e sensibilizzandoli sugli effetti che l’ingestione di microplastiche determina sull’uomo e sulla sua salute».

Per i primi tre anni il progetto si concentrerà sul problema delle microplastiche, invitando i cittadini alla pulizia delle spiagge tramite locandine, affisse anche nei bar che aderiscono all’iniziativa. «Il problema è molto serio – continua la docente - perché le microplastiche, piccole particelle al di sotto dei cinque millimetri, sono ovunque e stanno entrando nella catena alimentare». I pesci le scambiano per il plancton di cui si nutrono e ne mangiano addirittura di più, visto che per ogni elemento di plancton ce ne sono tre di microplastica. «Stiamo analizzando anche l’intestino dei pesci che arrivano sui nostri piatti, dove abbiamo visto tantissime particelle di microplastiche, che quando mangiamo il pesce ingeriamo e facciamo arrivare nel sangue, nel cuore, nel fegato».

La campagna estiva avrà quindi lo scopo di sensibilizzare bagnanti e turisti ed evitare che si faccia ulteriore danno all’ambiente, mentre quella invernale di divulgazione scientifica, che partirà a settembre, prevede incontri e conferenze nei Comuni e nelle scuole, per concentrarsi sul problema e capire come difendersi, per esempio scegliendo con attenzione i prodotti cosmetici da acquistare, preferendo quelli senza parabeni.

«Anche i bagnanti e i barcaioli sono diventati più collaborativi – commenta Leonardi - se prima erano distratti e magari lasciavano la bottiglietta in spiaggia, ora sono più sensibili e responsabili. Perché il mare è un bene comune e se tutti lo rispettiamo e facciamo la nostra parte alla fine i risultati si vedono. Non solo dal punto di vista ambientale e paesaggistico, ma anche da quello che interessa la nostra salute». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews