Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Parkour, il primo campione nazionale è di Mascalucia
Fausto Vicari si allena per strada e sogna le Olimpiadi

Il ventenne ha vinto a fine giugno i primi campionati nazionali della disciplina fondata dal francese David Belle. Un talento che l'Isola esporta in un settore poco noto al grande pubblico. «Non è sport irruento, serve concentrazione e fatica. Se sbagli, ti fai male»

Giorgio Tosto

Foto di: Profilo Facebook Fausto Vicari

Foto di: Profilo Facebook Fausto Vicari

Vivendo in un Paese calcio-centrico come l'Italia, non è facile dar spazio e lustro alle discipline meno seguite. Andare a frugare negli sport di nicchia, però, permette molto spesso di scovare delle vere e proprie pepite d'oro: talenti che la Sicilia esporta fuori dall'Isola e che, nel loro settore, contribuiscono a darle lustro. E' questo il caso di Fausto Vicari, ragazzo nato nel 1999 che quest'anno ha avuto l'onore di vincere la categoria Freestyle dei primi campionati italiani di parkour, tenutisi a Rimini lo scorso mese. 

Ma cos'è il parkour? La dicitura ufficiale parla di una disciplina metropolitana nata in Francia nel corso degli anni Ottanta. Consiste nel compiere un percorso, superando qualsiasi tipologia di ostacolo con la maggior efficienza, velocità e semplicità di movimento possibile. Gli atleti di questa disciplina devono dunque adattare il proprio corpo all'ambiente circostante (naturale o urbano che sia ) compiendo gesti come corsa, salti, equilibrio, scalate e arrampicate. Il francese David Belle è considerato come padre e fondatore del parkour: il primo ad applicare in un contesto cittadino le tecniche imparate nei boschi durante l'infanzia. Alcuni definiscono questa disciplina come una vera e propria filosofia di vita, denominandola arte dello spostamento. 

Fausto Vicari ha fatto di questa arte la propria ragione di vita. «Pratico parkour da circa sette-otto anni - ha detto a MeridioNews - e uno dei grossi problemi di Catania e dintorni è che non ci sono strutture ad hoc. Mi alleno nei parchi, per strada, saltando da un muretto all'altro. Qualche graffio l'ho preso - afferma l'intervistato - ed è per questo che raccomando sempre di farlo in totale sicurezza, andando se possibile in palestre attrezzate con materassi e pareti di gomma». Compiere evoluzioni nel più breve tempo possibile farebbe pensare a puro istinto e velocità, ma non è così. «La concentrazione è un elemento fondamentale - ricorda Vicari - forse ancor più importante della forma fisica: la lucidità mentale è determinante. Non si tratta di uno sport irruento, ci sono esercizi codificati. Dietro ogni vittoria si nascondono duri allenamenti e tanta pratica. Se sbagli, infatti, ti fai male»

Vicari è una delle star a livello europeo del parkour. La vittoria ai campionati italiani nel Freestyle ha fatto seguito al secondo posto nella categoria Speed (dove la velocità conta più dell'esecuzione, ndr): «Sono state gare combattute. Il Freestyle lo preferisco, dato che si misurano le esecuzioni di una serie di trick da eseguire in modo corretto, belli da vedere anche per il pubblico». La sua fama travalica ormai anche i confini nazionali, essendo stato l'unico atleta italiano invitato a partecipare al Challenge 2018 in Svezia: un evento di portata mondiale in cui è riuscito ad accedere alle fasi finali. Nonostante la sua attività lo porti spesso a viaggiare, il legame con la sua terra resta fortissimo. «Vivo ancora a Mascalucia. Mi sono diplomato al Liceo artistico - ricorda il traceur - e adoro disegnare: penso che nel parkour ci sia una forte componente di estro e arte».

La volontà è quella di continuare a svolgere questa attività da professionista. I maggiori introiti derivano al momento dal sostegno degli sponsor, utili ad accrescere una fama che gli ha permesso di essere protagonista dello show televisivo The Fifth Element - Atleti di un altro mondo in onda su Sky. «Mi auguro molto presto di entrare a far parte di uno dei gruppi sportivi delle forze armate. Il sogno? Ovviamente quello di partecipare alle Olimpiadi. Il parkour infatti - conclude Vicari - sarà presentato come sport olimpico: ancora non sappiamo se in tempo per i Giochi del 2020 o tra quattro anni». Tokyo o Parigi dunque? In attesa di risposte c'è già una grande certezza: un atleta etneo è pronto a scrivere nuove ed entusiasmanti pagine di storia dello sport azzurro.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews