Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

La nave Gregoretti è di fronte al porto di Catania
Sbarco ancora bloccato. A bordo 135 naufraghi

Da stanotte l'imbarcazione della guardia costiera italiana è ferma a qualche miglio dall'infrastruttura etnea, ma non può arrivare fino alla banchina. Ordine del ministro dell'Interno, che attende dall'Europa conferme sulla ricollocazione dei migranti

Luisa Santangelo

È arrivata stanotte e si è fermata a qualche miglio dal porto di Catania. In attesa di sapere se potrà entrare nell'infrastruttura catanese oppure no. La nave Gregoretti della Guardia costiera italiana trasporta 135 migranti soccorsi in mare nei giorni scorsi e resta in attesa che le venga assegnato un porto. Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha bloccato la procedura «in attesa che ci sia sulla carta una redistribuzione in tutta Europa» delle persone a bordo. 

Alle prime luci di questa mattina, le imbarcazioni della capitaneria di porto del capoluogo etneo hanno raggiunto la motovedetta italiana per portare i viveri ai migranti ma, fanno sapere fonti interne, non c'è ancora nessuna autorizzazione allo sbarco.

Dei 135 naufraghi a bordo, 50 erano stati salvati dal peschereccio Accursio Giarratano di Sciacca, mentre erano su un gommone alla deriva. Il governo ieri ha ufficialmente interpellato la Commissione europea per coordinare le operazioni di ricollocazione, che ha confermato la richiesta da parte dell'Italia. Le motovedette di stanza al porto etneo, nel frattempo, continuano a monitorare la Gregoretti. 

A bordo ci sono i medici del ministero per verificare le condizioni di salute delle persone soccorse in mare. La situazione, per il momento, sembra essere in stallo. E il caso potrebbe diventare simile a quello della nave Diciotti, anche quella della guardia costiera italiana, rimasta per giorni sulla banchina del molo di Levante senza potere lasciare andare le persone che aveva salvato.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews