Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Coppa Italia: domani esordio del Catania contro Fanfulla
Parla Camplone: «Voglio serenità e un grande impegno»

Gli etnei domani daranno ufficialmente il via alla nuova stagione, ospitando i lombardi nel 1°turno di Tim Cup. Intanto la società si muove in uscita. Ciancio va alla Carrarese assieme a Manneh: il gambiano però tornerà in rossazzurro a fine campionato

Giorgio Tosto

L'ora dell'esordio nella stagione 2019-2020 è ormai alle porte. Il Catania guidato da Andrea Camplone battezzerà domani il terreno di gioco del Massimino ospitando nel primo turno della coppa nazionale il Fanfulla, squadra di Lodi che parteciperà alla Serie D. Il sapore della vigilia, per l'allenatore del Catania, è quello classico di ogni prima volta. «Tutte le nuove avventure portano delle emozioni, specialmente in una piazza così importante. Vivo questo inizio in maniera serena - afferma il tecnico - mi sto dedicando al lavoro: sono molto curioso di vedere cosa farà la squadra in campo. Dopo un ritiro di venti giorni, infatti, tutto è un punto interrogativo. Speriamo di partire con serenità, facendo le cose semplici. Voglio grande impegno - ribadisce ai giornalisti Camplone - e mi attendo un gioco corale, con la palla che viaggi sempre veloce».

Quello col Fanfulla sarà un match particolare. I nuovi acquisti, infatti, non potranno essere schierati per motivi regolamentari. Spazio quindi alla vecchia guardia e ad alcuni calciatori sul piede di partenza, come il portiere Matteo Pisseri. Largo poi ai tanti giovani che hanno fatto parte del ritiro estivo: dal difensore Mario Noce ai centrocampisti Andrea Lombardo e Kevin Biondi, passando per Mattia Rossetti, Michael Liguori, Alessandro Arena e Gianmarco Di Stefano: «Saranno tutti convocati - precisa Camplone - dovremo allestire una squadra competitiva». Gli unici assenti saranno Marco Biagianti, Adis Mujkic ed Emanuele Pecorino. Mancherà anche Kalifa Manneh: il ragazzo gambiano, a sorpresa, è stato mandato in prestito alla Carrarese. In Toscana, alla corte dell'ex tecnico etneo Silvio Baldini, va anche il terzino Simone Ciancio. 

In merito a Manneh: «Abbiamo scelto di farlo andare a giocare in una squadra in cui avrà più spazio. Ha bisogno di scendere in campo con continuità, sennò non sapremo mai dove potrà arrivare. La Carrarese è un ottima squadra - conferma il tecnico - che cercava profili come lui. Spero si giochi al meglio le sue carte». Spazio poi alle analisi tattiche: Ciccio Lodi sarà il perno della manovra. «E' un giocatore esperto ed intelligente. Mi aspetto molto - conferma il mister - da un calciatore con i piedi buoni come i suoi. Ha sempre la giocata importante: noi dovremo metterlo in condizione di farla. Mi aspetto di più, però, in fase di non possesso. Lui si è messo a disposizione: giocando così come vogliamo, potremo anche divertirci». Sul ruolo di vice-Lodi: «Stiamo provando sia Welbeck che Mazzarani. Giocando con un regista basso, fra l'altro, potremmo andare in difficoltà nel caso in cui venga marcato a uomo. Un calciatore come Andrea Mazzarani - afferma Camplone - ci aiuta a non dare punti di riferimento, rappresentando un ottima alternativa in fase di possesso». 

Il mercato in entrata, poi, vede il Catania ancora a caccia di un difensore centrale. Denis Tonucci, ex Bari e Foggia e attualmente svincolato, sembra la pista più battuta dai dirigenti etnei. «Con lui parlo spesso - ricorda Camplone, suo ex tecnico - siamo rimasti in buoni rapporti. Stiamo vedendo però anche tanti altri giocatori. Manca una pedina: cercheremo di prenderla, rinforzando una rosa che è già abbastanza competitiva». In merito all'età media avanzata di alcuni calciatori, invece, l'allenatore conclude con una ventata d'ottimismo: «Non conta l'età in un calciatore - puntualizza il mister -  ma lo spirito con cui affronta i campionati. I nostri atleti sono integri, dovremo essere bravi a saperli gestire. Avere una squadra esperta, poi, potrà esserci di grande aiuto».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews