Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Acciuffata la banda dei colpi alla Lupin: tre arresti
Dalle semplici foto duplicavano le chiavi delle case

Furti senza effrazione, porte che si aprono come per magia. I carabinieri hanno svelato il segreto dei ladri che avevano svaligiato ben sei abitazioni: la complicità di un artigiano, ma anche un'organizzazione non lasciata al caso. Guarda il video

Redazione

Furti perfetti, appunto colpi alla Lupin. Il rebus di quelle case svaligiate senza segni di effrazione, come se le porte si aprissero per magia, ha fatto sudare i carabinieri del comando provinciale di Catania, ma alla fine tutti gli elementi sono andati al suo posto. Tre uomini sono stati arrestati stamane con l'accusa di furto, furto aggravato, detenzione e porto abusivo di armi. Sarebbero Daniele Romeo, classe 1987, Francesco Vittorio, classe 1983, e Alberto Vittorio, classe 1986, i responsabili di una serie di furti in abitazione e in auto registrati da luglio 2017 a luglio 2018 a Catania.

I tre, già gravati da precedenti, residenti fra i quartieri di Librino e San Cristoforo, potevano contare sulla preziose complicità di un venditore di chiavi, L.G.M., classe 1970, colpito a sua volta dalla sospensione all'esercizio della sua attività per nove mesi. Era lui l'artigiano capace di duplicare le chiavi delle case delle ignare prede anche prendendo spunto da una semplice fotografia. Ecco perché per i ladri la strada verso il bottino era davvero spianata. 

Daniele Romeo, classe 1987

Alberto Vittorio, classe 1986

Francesco Vittorio, classe 1983

Ma come procurarsi i mazzi, come scegliere le vittime? Gli arrestati avrebbero condotto ogni volta lunghe fasi di osservazione e studio delle abitudini dei proprietari delle abitazioni da svaligiare. Poi, grazie ai famigerati disturbatori di frequenze jammer, entravano nelle loro auto per fotografare le chiavi e i libretti di circolazione, utili per risalire agli indirizzi. Seguiva poi un'ulteriore fase di sopralluoghi per scegliere il momento più propizio per dare l'assalto alle case.

Le indagini dei carabinieri sono scattate dopo la denuncia di un furto di contanti, monili e preziosi dal valore di circa 75mila euro. Tutta refurtiva recuperata dai militari assieme ad attrezzatura varia per lo scasso posta sotto sequestro: mazzi di chiavi duplicate, disturbatori di frequenza, cellulari citofono nonché preziosi e monili dal valore complessivo di 2500 euro.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews