Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Travolto da statua della Madonna, sindaco chiede i danni
Lettera al parroco: «Accordo bonario, se no in tribunale»

Nell'edizione del 2017 della festa della patrona di Aci Catena, un incidente coinvolse due persone. Ad avere la peggio fu il primo cittadino che riportò problemi alla gamba. «Abbiamo intrapreso vertenza legale contro assicurazione», dice a MeridioNews

Carmelo Lombardo

Ad Aci Catena le celebrazioni in onore della Madonna si sono chiuse ieri notte. A distanza di poche ore, però, l'attenzione sui festeggiamenti si è riaccesa anche se a tornare in primo piano è l'edizione 2017

La sera di ferragosto di due anni fa, infatti, un incidente coinvolse due persone nel momento più concitato della festa, la trasuta o chianu, quando il fercolo con la statua della Madonna della Catena fa ingresso in piano Umberto. Ad avere la peggio fu Nello Oliveri, da pochi mesi divenuto sindaco per la seconda volta. Il primo cittadino riportò danni alla gamba, dopo essere scivolato davanti al fercolo nel momento dell'accelerazione. Nei giorni scorsi, Oliveri ha presentato una richiesta di risarcimento danni tramite il proprio legale che è stato notificata anche alla parrocchia.

Nella lettera, partita a fine luglio ma recapitata poco prima dell'inizio della festa, si chiederebbe di raggiungere un accordo bonario entro due settimane, per evitare di adire le vie legali. Dal canto suo, il primo cittadino sostiene che la richiesta è rivolta alla compagnia assicurativa che copre le attività parrocchiali. «Insieme al mio avvocato abbiamo intrapreso una vertenza legale nei confronti dell’assicurazione - spiega Oliveri a MeridioNews - Abbiamo optato per questa soluzione a tutela personale, affinché l’assicurazione riconosca i danni che ho subito. Anche perché - aggiunge - quell'incidente ha lasciato delle conseguenze sul mio stato di salute».

Stando alla ricostruzione di Oliveri, l’assicurazione avrebbe già risposto negativamente a una prima richiesta di risarcimento. «Al momento dell’incidente, il parroco inoltrò la richiesta di risarcimento all'assicurazione, che ha detto che questo tipo di evento non è coperto dalla polizza. Secondo noi, però, gli estremi ci sono». Oliveri, che in occasione dell'elezione a sindaco volle come prima cosa ringraziare la Madonna e che proprio ieri ha ribadito la propria fede anche sui social, assicura di non essere interessato a creare polemiche con la parrocchia. «Non voglio creare polemiche, perché nei confronti della Chiesa ho massimo rispetto», chiosa il primo cittadino.

Dal canto suo, don Sebastiano Privitera, che nei prossimi mesi lascerà la guida della parrocchia dopo quasi tre decenni, preferisce non rilasciare dichiarazioni, limitandosi ad affermare di considerare «chiusa la vicenda». Oliveri, intanto, è convinto di andare fino in fondo. «Vedremo cosa risponderà stavolta l’assicurazione. Se non si riuscirà a trovare un accordo, andremo fino in tribunale e sarà un giudice a decidere se ho torto o ragione».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews