Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania-Virtus Francavilla 2-1, rimonta con il cuore
Gli etnei primi in classifica con Ternana e Viterbese

Un Catania volitivo soffre, incassa un gol ma alla fine esce vittorioso dalla battaglia con la Virtus Francavilla. I pugliesi vanno in vantaggio con Perez: Lodi su rigore fa 1-1, Sarno nella ripresa sigla il sorpasso. Catania a punteggio pieno dopo due partite

Giorgio Tosto

Foto di: Giorgio Tosto

Foto di: Giorgio Tosto

Che non sarebbe stata una passeggiata era chiaro sin dall'inizio. Il Catania ha indossato l'elmetto, battagliando contro una Virtus Francavilla gagliarda e avendo alla fine la meglio sui pugliesi con una rimonta tutta cuore. Lodi e Sarno hanno ribaltato la squadra pugliese, andata in vantaggio con un astuto colpo di testa di Perez: i rossazzurri sono stati bravi a incassare il colpo, ripartendo con ancora più rabbia. Adesso, dopo due giornate, l'Elefante guida la classifica assieme a Ternana e Viterbese: i laziali, vittoriosi a Bari, sono la grande sorpresa del weekend. 

«Solo fatti e alta classifica»: la Curva Nord esprime con chiarezza le priorità per l'annata appena iniziata, con uno striscione che occupa in ampiezza il settore più caldo del tifo rossazzurro. Camplone sfida la Virtus Francavilla con due novità: Calapai, tornato a occupare il suo ruolo in difesa, e Welbeck: l'italo-ghanese fa il suo esordio dal primo minuto, sostituendo Llama e dando al reparto più polmoni e interdizione rispetto all'argentino. Inizio di gara a ritmi sostenuti, con i rossazzurri che provano subito un pressing molto aggressivo. I pugliesi di Bruno Trocini soffrono i primi minuti (tentativo in spaccata di Di Piazza su cross di Pinto), per poi alzare il baricentro e prendere progressivamente le misure ai rossazzurri. La Virtus Francavilla gioca di rimessa, profittando dell’ispirazione di Gigliotti e dei dialoghi a mille all’ora tra Perez e Vazquez: Silvestri è fondamentale in chiusura su quest’ultimo, pronto a battere a rete.

La partita è maschia e l’arbitro interrompe spesso il match a causa dei tanti contrasti in mezzo al campo: al 19’ Lodi pesca Silvestri tutto solo in area: la sua conclusione è facile da parare per Costa. Vazquez in contropiede conclude a lato: è il preludio al vantaggio ospite che giunge al 26’: angolo di Gigliotti, l’astuto Perez brucia tutti sul primo palo e batte Furlan. Gelo al Massimino e Catania che fatica a tornare nel match. Al 31’ Welbeck pesca Di Piazza, la cui splendida sforbiciata vola alta sulla traversa. Il pari arriva al 37’. Il solito Welbeck entra in area e viene atterrato da Tiritiello: l’arbitro concede il penalty, con Lodi che realizza in maniera impeccabile spiazzando Costa. I rossazzurri potrebbero anche raddoppiare: Di Molfetta lancia Di Piazza che, davanti a Costa, si fa ipnotizzare dal portiere pugliese. 

La ripresa inizia con un certo nervosismo e molti falli. A farne le spese è l'allenatore ospite Bruno Trocini, allontanato dall'arbitro dopo proteste reiterate. La Virtus prova a pungere in contropiede, ma è il Catania a fare l'incontro. Dopo una fase di stasi, la rete del sorpasso arriva al 17': Sarno riceve una rimessa da destra, si accentra e scocca una conclusione mancina non irresistibile che Costa si fa sfuggire. Il Massimino esplode, scrollandosi di dosso tutta la tensione di una partita in bilico. Tra le file dei rossazzurri entrano Mazzarani e Llama, per provare a sfruttare le praterie concesse dagli ospiti. Uno scatenato Pinto lancia Di Piazza, il cui sinistro è intercettato da Costa: al 25' Sarno smarca con un tacco Mazzarani, botta alta. Tre minuti dopo, invece, Welbeck con una meravigliosa acrobazia manda fuori di un soffio.

Gli uomini di Camplone non riescono a chiudere la partita e la Virtus mette dentro i cannonieri Puntoriere e Baclet per provare a far male. L'ultimo brivido arriva a tempo scaduto: Albertini penetra da destra e mette in mezzo una palla che Zenuni, solo davanti a Furlan, manda in curva. Il triplice fischio è una liberazione: il Catania ha saputo soffrire, rimontando una Virtus che al Massimino si è dimostrata squadra quadrata e spigolosa e ottenendo tre punti di platino. Gli ingredienti per guardare al futuro con ottimismo e serenità ci sono tutti. 

Il tabellino

Catania-Virtus Francavilla 2-1

Marcatori: 26’ Perez, 38’ Lodi (rig.), 18’ st Sarno

Catania (4-3-3): 1 Furlan; 26 Calapai, 5 Silvestri, 13 Saporetti, 20 Pinto (28’st Marchese); 23 Dall'Oglio (28’st Llama), 10 Lodi, 6 Welbeck; 7 Sarno (39’ st Catania), 9 Di Piazza (40’st Curiale), 8 Di Molfetta (18’st Mazzarani). Allenatore: Camplone

Virtus Francavilla (3-5-2): 22 Costa; 15 Delvino (Pino, 5 Tititiello, 17 Caporale; 16 Albertini, 26 Tchetchoua (23’st Mastropietro), 4 Zenuni, 7 Gigliotti (35’ Puntoriere), 19 Sparandeo (17’ st Nunzella); 9 Vazquez (Baclet, 10 Perez. Allenatore: Trocini

Note: 6’ di recupero. Ammoniti Tchetchoua, Gigliotti e Puntoriere (Virtus Francavilla), Saporetti (Catania). Espulso Trocini (Virtus Francavilla)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews