Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Massi dalla Timpa: frana su Santa Maria La Scala
Famiglie evacuate e rischi che tornano a crescere

Uno smottamento senza gravi conseguenza, nel tardo pomeriggio di ieri, ha scosso gli abitanti della zona del Mulino, nel borgo marinaro acese. Nessun danno a cosa o persone, ma alcuni in via precauzionale hanno dovuto lasciare le case. Guarda le foto

Carmelo Lombardo

Nemmeno il tempo di salutare l’estate che subito arrivano le piogge settembrine e, con esse, i primi danni. A causa delle forti precipitazioni di ieri, infatti, intorno alle 19, si è registrato un lieve cedimento di una parte della Timpa acese. La frana di materiale roccioso ha colpito la frazione marinara di Santa Maria la Scala, all’altezza del Mulino, costringendo gli abitanti della zona ad abbandonare le proprie case. Fortunatamente si è trattato solo un grande spavento, senza danni alle persone e agli immobili. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la protezione civile del Comune di Acireale e i vigili urbani, che hanno interdetto la strada.

Il buio fitto non ha permesso ai pompieri e ai tecnici di individuare il punto di distacco dello smottamento. E torna, intanto, a emergere il serio rischio idrogeologico a cui è esposto il territorio. Il borgo in riva al mare di Santa Maria la Scala, in particolare, era finita sotto i riflettori all'inizio della bella stagione, quando un provvedimento della Regione aveva considerato la zona ad alto rischio idrogeologico, creando difficoltà per le attività del posto. Tra queste ha fatto discutere la chiusura del solarium Bora Bora. 

Dichiarato impraticabile subito dopo la decisione regionale. Successivamente, dopo uno studio fatto dai proprietari insieme ad alcuni esperti che hanno sottoposto una nuova relazione sullo stato dei luoghi a Palermo, il rischio idrogeologico è stato declassato con il conseguente passo indietro da parte della Regione.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews