Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Librino, indagati i titolari di un'autocarrozzeria

Redazione

Continuano i controlli della Polizia di Stato nei quartieri di Librino e San Giorgio mirati a prevenire e reprimere il dilagante fenomeno dei reati ambientali e truffa aggravata ai danni dello Stato. A tal proposito, nei giorni scorsi particolare rilievo assume il controllo eseguito all’interno di un’imponente autocarrozzeria di oltre 200 metri quadri, regolarmente pubblicizzata tramite una grande insegna esposta sulla pubblica via dove, i poliziotti attratti dal cattivo odore dei fumi derivanti dalla verniciatura, hanno fatto accesso ed accertato sin da subito importanti criticità in materia di sicurezza e salubrità sui luoghi di lavoro.

In particolare hanno riscontrato la presenza di bagno fatiscente, sporcizia diffusa, mancanza di dispositivi di sicurezza ed altro ancora e, circostanza grave, che a fronte del volume d’affari legato alle molteplici autovetture in lavorazione, i due gestori, di cui uno pregiudicato, erano senza la prescritta autorizzazione per l’immissione dei fumi nocivi nell’atmosfera creando in tal modo un potenziale danno all’ambiente e un costante disturbo ai residenti.

Da un controllo più approfondito, all’interno dell’autocarrozzeria è stata individuata una porta che consentiva l’accesso all’interno di un deposito ove vi era un luogo di raccolta e gestione di rifiuti speciali non bonificati quali pezzi di ricambio e, anche detta attività veniva esercitata in modo del tutto illegale.

Non solo, è emerso anche che detta carrozzeria opera in tali condizioni da circa 30 anni e ancora, durante gli accertamenti, sono stati trovati 3 dipendenti senza contratto di lavoro, tutti senza mascherina e senza i previsti sistemi di protezione individuale; uno dei lavoratori è stato indagato in stato di libertà per il reato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e, nel caso specifico, perché percepisce indebitamente l’indennità di disoccupazione.

Per tale motivo, i suindicati titolari sono stati indagati in stato di libertà per i reati in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e ambientali di gestione illegale di rifiuti speciali e immissione nociva dei fumi nell’atmosfera. Di tale attività e per quanto di competenza, saranno informati i competenti organi della Guardia di Finanza, l’Ufficio delle Entrate, Asp Spresal e Inps. Infine, si è proceduto al sequestro penale del forno per la verniciatura e molteplici attrezzi e strumenti utili per l’esercizio illegale di detta attività.

(Fonte: Ufficio stampa questura di Catania)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews