Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Battiato assessore regionale alla Cultura
«Sarà un impegno limitato, mirato a progetti»

Alla fine ha detto sì al neo governatore della Sicilia Rosario Crocetta. Franco Battiato è il nuovo assessore alla Cultura della Regione siciliana. Ma - specifica - non si tratterà di un incarico a tempo pieno. «Di certo posso occuparmi solo di un aspetto. Magari pensare qualcosa con l'estero». E tiene ancora a distanza la politica - «la parola assessore mi offende» - nonostante il suo recente appoggio a Claudio Fava

Redazione

Vuole essere chiamato semplicemente Franco e non assessore, «la parola assessore mi offende», ha dichiarato. Fatto sta che Franco Battiato alla fine ha ceduto alle lusinghe del neogovernatore della Regione siciliana Rosario Crocetta, accettando - a costo zero, precisano - l'incarico di guida dell'assessorato alla Cultura. I due lo hanno annunciato in una conferenza stampa convocata stamattina al palazzo della Cultura di Catania. Ma l'autore de L'era del cinghiale bianco mette già in partenza le mani avanti: il suo non sarà un impegno a tempo pieno. Si tratterà di «un impegno limitato, mirato a progetti». Nessuna riforma del sistema dei beni culturali, «di certo posso occuparmi solo di un aspetto - ha puntualizzato - Magari pensare qualcosa con l'estero». Collaborazioni con gli Stati Uniti o la Cina che - ed ecco che torna l'aspetto economico - non dovrebbero essere troppo gravosi per le casse regionali. Una carica a metà tra il tecnico e il teorico, sembrerebbe.

In Sicilia, ha spiegato il maestro, «si avverte una forte esigenza di cambiamento». Quella rivoluzione tanto annunciata, ma non legata a un impegno del cantautore di Riposto specificatamente politico. «Non faccio politica e non voglio avere a che fare con politici», ha dichiarato nel corso della conferenza stampa. Eppure il cantautore, oltre ad aver pubblicamente manifestato l'appoggio a Enzo Bianco (in occasione delle elezioni comunali del 2005) e Nichi Vendola per le primarie del Pd, è uno dei firmatari del manifesto Libera Sicilia 2012, il progetto che ha candidato proprio alle ultime elezioni prima Claudio Fava e poi Giovanna Marano. Crocetta non ci pensa e non lesina elogi per Franco. «Questa Regione si riprenderà - ha affermato con convinzione - ma per fare questo i siciliani devono trovare il coraggio la forza e l'impegno come sta facendo in questo momento Battiato, che sta mettendo tutto l’amore che ha per la sua terra».

Dopo l'appoggio dello scrittore Andrea Camilleri - ottenuto in piena campagna elettorale - il neo governatore incassa la fiducia di un altro mostro sacro della cultura siciliana. Però nei confronti di Battiato negli scorsi giorni l'ironia - di estimatori e non - non si è fatta attendere. Oltre a chi si congratula per la scelta di un tecnico della cultura, ci sono quanti si chiedono quale sarà La cura per la cultura siciliana e chi non gli perdona il passo, mettendo in vendita l'intera discografia. E il celebre verso della canzone scritta con il filosofo Mario Sgalambro nel 1996 non tarda a essere riadattata alla nomina. «Ti farò pagare le tasse gravitazionali, e guarirai, da tutte le malattie, perché sei una regione a Statuto Speciale, e io avrò cura di te».

[Foto di torre.elena]

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.