Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Reggina-Catania, sfida contro una delle big
Prova di maturità e in mezzo nodo trasferte

La travolgente vittoria con la Cavese del turno infrasettimanale ha riportato il sereno: gli etnei giocheranno due partite lontani dal Massimino, che potranno dire molto sul cammino dei rossazzurri. Oggi in campo alle 15

Giorgio Tosto

Due esami importanti in vista, per capire fino a che punto il sonante 4-0 inflitto alla Cavese nel match giocato al Massimino mercoledì scorso sia stato un vero e reale segnale di riscossa. Il Catania tra le mura amiche ha ritrovato ritmo e gioco, battendo i campani con una doppietta di Ciccio Lodi su punizione (arrivato così a quota 50 reti in rossazzurro), il gol di Matteo Di Piazza e l'autorete di Lino Marzoratti. La doppia trasferta che aspetta gli uomini di Andrea Camplone, però, sarà di ben altra caratura. Primo impegno oggi pomeriggio, ore 15, in casa di una Reggina reduce da un sontuoso mercato estivo che, a ragion veduta, si candida ad essere una delle favorite alla corsa per la promozione in B. Tra una settimana, nuovo impegnativo scoglio in Umbria, contro l'attuale capolista Ternana. 

Si tratta di partite cardine, per tanti motivi. In primo luogo, il Catania ha evidenziato una pericolosa tendenza emersa anche lo scorso anno. Un netto cambio di marcia tra incontri in casa e gare in trasferta. Percorso netto al vecchio Cibali, con Virtus Francavilla, Viterbese e Cavese battute. Incertezze e assenza di gioco fuori casa: il sonante 6-3 di Avellino al debutto stagionale ha illuso, mentre i rovinosi ko contro Potenza e Monopoli hanno riportato tutti sulla terra. I rossazzurri, sia in Lucania che in Puglia, sono apparsi timidi, deconcentrati, lenti, senza quel mordente che è necessario esibire in una categoria così complicata come la terza serie. L'impegno con la corazzata Reggina, quindi, arriva al momento giusto per comprendere se i due precedenti inciampi siano stati errori di percorso o possano rappresentare dei preoccupanti precedenti.

L'affaire che ha coinvolto l'ormai ex capitano Marco Biagianti, Rosario Bucolo e Giovanni Marchese sembra comunque essere stato assorbito bene da una squadra che, in vista dell'incontro di oggi, recupera due importanti pedine in attacco come Emanuele Catania e Mattia Rossetti. Questa settimana, invece, a perdere pezzi sono stati i quadri dirigenziali: il direttore sportivo Christian Argurio si è improvvisamente congedato dal Catania, cogliendo l'opportunità di coordinare il settore scouting dell'Hajduk Spalato. Si apre quindi il toto-nomi per la sostituzione: Fabrizio Ferrigno (già d.s. in rossazzurro) sembra al momento essere uno dei favoriti.

Al momento però, ciò che conta è soltanto la trasferta di Reggio. I numeri ci raccontano la difficoltà della gara che si disputerà allo Stadio Oreste Granillo. Gli etnei, in primis, sono reduci da due sconfitte di fila nell'impianto reggino: il severo 3-0 incassato lo scorso campionato e il 2-1 dell'ottobre 2017. Quest'anno poi la Reggina, allenata da Domenico Toscano (tecnico spesso accostato al Catania in passato), ha vinto in casa tre gare su tre con Vibonese, Bisceglie e Cavese: 10 reti realizzate, soltanto una subita. Bastano questi dati per comprendere come per i rossazzurri sia pronto un banco di prova assai impegnativo. La stella della squadra di casa, l'ex Napoli e Atalanta German Denis, siederà probabilmente in panchina dall'inizio: magra consolazione, dato che la coppia d'attacco composta da Reginaldo Da Silva e Simone Corazza (autore già di quattro gol), non farà dormire sonni tranquilli al portiere etneo Jacopo Furlan.

Anche l'allenatore del Catania Andrea Camplone, ieri in conferenza stampa, ha sottolineato l'importanza della partita. «Non guardo la classifica (squadre sono entrambe seconde a quota 12, ndr), ma questa gara sarà importante per la nostra crescita. Nelle ultime due trasferte il gioco è venuto a mancare: avremo bisogno - ha sottolineato il tecnico - di personalità e della giusta cattiveria. Ai miei ragazzi non chiedo la vittoria, ma il gioco: so che attraverso quest'ultimo raggiungeremo i risultati. Mi aspetto - conclude il mister - una partita bella da giocare: una vera e propria prova di forza, tra due squadre che vogliono vincere il campionato». 

Probabili formazioni:

Reggina (3-5-2): Guarna; Loiacono, Blondett, Rossi; Garufo, De Francesco (Bianchi), De Rose, Bellomo, Bresciani; Reginaldo, Corazza. All: Toscano

Catania (4-3-3): Furlan; Calapai, Mbende, Silvestri, Pinto; Dall'Oglio, Lodi, Welbeck; Mazzarani, Di Piazza, Di Molfetta. All: Camplone.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews