Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania, contro la Ternana alla ricerca della svolta
Dopo tre ko fuori casa gli etnei vogliono il riscatto

Domani, ore 15, ecco il secondo big-match consecutivo in trasferta. Dopo i ko con Potenza, Monopoli e Reggina, la squadra di Camplone prova ad invertire la tendenza in casa della capolista. Barisic torna tra i convocati

Giorgio Tosto

Foto di: Calcio Catania Spa Official

Foto di: Calcio Catania Spa Official

Dare un segnale forte al campionato, per bloccare la striscia di risultati negativi lontano dal Massimino e, soprattutto, per evitare di vedere scappare via le prime della classe. La graduatoria del girone C, dopo sette giornate, vede la Ternana prima a quota 16, quindi la Reggina che insegue a 15, col Potenza sul podio a 14 e la coppia Catanzaro-Monopoli con 13 punti. I rossazzurri, dopo la sconfitta nello scontro diretto di Reggio Calabria, sono fermi al palo a quattro lunghezze di distanza dalla capolista. La trasferta di domani in Umbria, quindi, racchiude in sé la necessità di colmare quel piccolo scalino che separa gli etnei dalla vetta, per evitare che diventi un vero e proprio fossato

L'incontro dello Stadio Liberati rappresenta dunque, a ragion veduta, il primo importante crocevia di una stagione con un Catania a due velocità. Sfrontato e cinico in casa, con tre vittorie in altrettante gare contro Virtus Francavilla, Viterbese e Cavese (un solo gol subito da Jacopo Furlan): un vero e proprio colabrodo lontano dalla Sicilia, come evidenziano le statistiche che parlano di tre sconfitte consecutive e ben dieci gol subiti. Numeri da incubo che, secondo mister Andrea Camplone, sono imputabili esclusivamente all'approccio in campo dei suoi. «È un problema di mentalità - ha detto ieri il tecnico in conferenza stampa - deve cambiare l'atteggiamento. Non è possibile che una squadra come la nostra abbia due facce».

La Ternana, allenata dall'ex calciatore di Atalanta e Brescia Fabio Gallo, ha mostrato finora il suo volto migliore fuori casa. Tra le mura amiche è giunta una sola vittoria in tre incontri: la sostanza però non cambia, dato che i rossoverdi hanno una rosa ricchissima, con giocatori di grande esperienza per la categoria. «È una partita importantissima - ribadisce Camplone - bisogna scendere in campo per vincerla, dando tutto ciò che si ha. Solo facendo una grande prestazione potremo fare risultato a Terni. Ci vorrà personalità - puntualizza l'allenatore - non possiamo permetterci solo il compitino. Occorre una crescita immediata: a Reggio siamo rimasti in partita avendo anche occasioni per pareggiare, ma abbiamo fatto troppo poco».

Al di là degli uomini e dei moduli, quindi, occorrerà mutare l'approccio alla gara e l'aggressività con cui si affronta l'avversario di turno. Camplone dovrà anche sforzarsi di trovare un'alternativa a Lodi come fonte di gioco: lo stesso Gallo ha infatti ribadito che affronterà il Catania schierando un 4-3-1-2 in cui la mezza punta, con tutta probabilità, avrà il compito di francobollarsi al numero 10 del Catania, come già fatto da Nicola Bellomo la scorsa settimana. Andrea Mazzarani e Cristian Llama, da questo punto di vista, sono i giocatori che hanno piedi e visione di gioco per coadiuvare il capitano, seppure da posizioni differenti. «Esistono le rotazioni per non dare riferimenti agli avversari - ha chiarito Camplone - . In campo ci sono altri dieci giocatori, non possiamo basarci solo su Lodi. Il problema è che questo fuori casa non si nota».

Capitolo convocati: out Lorenzo Saporetti, Vincenzo Sarno ed Emanuele Catania, mentre torna a disposizione Maks Barisic che, nella partitella infrasettimanale, ha disputato un tempo. Tommaso Silvestri c'è ed è pronto a rientrare nel cuore della difesa, mentre Jacopo Dall'Oglio dovrebbe vincere il ballottaggio con Giuseppe Rizzo in mediana, accanto a capitan Lodi e all'insostituibile Nana Welbeck. In difesa qualche dubbio sull'out di sinistra, con Giovanni Pinto insidiato dal giovane e rampante Kevin Biondi. I numeri evidenziano come lo Stadio Liberati sia un tabù: sei vittorie umbre, altrettanti pareggi e solo due successi etnei. L'ultimo, però, risale addirittura alla stagione 1990-91. Aggiornare queste statistiche sarebbe quanto mai importante.

Probabili formazioni:

Ternana (4-3-1-2): Iannarilli; Parodi, Suagher, Bergamelli, Mammarella; Paghera, Palumbo, Salzano; Furlan; Marilungo, Partipilo.

Catania (4-3-3): Furlan; Calapai, Mbende, Silvestri, Biondi; Dall'Oglio, Lodi, Welbeck; Mazzarani, Di Piazza, Di Molfetta.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews